Cronaca

In Asl appalti al massimo ribasso, la denuncia degli artigiani edili. Melli: “Verificheremo”

LECCE- La categoria Costruzioni di Confartigianato Imprese Lecce chiede un incontro urgente al prefetto Claudio Palomba ed invita la direttrice generale della Asl Lecce, Silvana Melli, e il dirigente dell’area tecnica, Fiorenzo Pisanello, alla sospensione delle procedure di aggiudicazione dei lavori di ristrutturazione degli alloggi destinati alle suore nell’ospedale «Fazzi» di Lecce, nonché dei lavori di rifacimento del marciapiede all’ingresso dei reparti di Psichiatria e Malattie infettive. gli Artigiani edili si dicono “strozzati dai massimi vribassi nelle gare d’appalto”.
«La procedura seguita – spiega il presidente della categoria, Luigi Marullo – oltre che essere in palese violazione della normativa in materia, si pone in evidente contraddizione con uno dei principi ispiratori del nuovo “Codice degli appalti pubblici e dei contratti di concessione”, che si pone l’obiettivo di contrastare il fenomeno dei ribassi anormali, prevedendo rigorosi strumenti di prevenzione. Ciò ha comportato che i lavori in gara sono stati provvisoriamente aggiudicati con ribassi del tutto fuori mercato (il 61,51 per cento ed il 48,74 per cento), i cui effetti distorsivi sono evidenti. Ci chiediamo – aggiunge Marullo – come possano conciliarsi ribassi di tali dimensioni con l’esigenza di garantire la buona esecuzione dei lavori, la buona qualità dei materiali usati, la corretta applicazione ai lavoratori del contratto collettivo di lavoro, la sicurezza sul cantiere; il pagamento puntuale dei fornitori e il giusto profitto dell’imprenditore. O vi sono clamorosi errori nella progettazione oppure alcune offerte sono state formulate senza tenere in alcun conto i parametri minimi di sostenibilità.

Abbiamo chiesto una risposta alla direttrice generale della Asl di lecce Silvana MELLI. Premette che, con determina dirigenziale numero 1.169 del 4 aprile 2016, il direttore dell’area gestione tecnica ha giudicato i lavori di completamento per la ristrutturazione e messa in sicurezza dei prospetti del fabbricato adibito ad alloggio suoreù. la determinazione dirigenziale riporta che la gara è stata esperita attraverso procedura telematica EmPULIA, con aggiudicazione al prezzo più basso (secondo l’articolo 82 comma 2 lettera A del decreto legislativo 163/2006), sul prezzo posto a base d’asta fissato in Euro 37.667,90 (più euro 1.130,04 per oneri sicurezza oltre iva). “Sono state incitate alla procedura negoziata di cottimo fiduciario -spiega Melli- tutte le ditte della provincia di Lecce, 145 ditte iscritte alla categoria OG 1 dell’albo fornitori EmPULIA . Hanno presentato offerta 66 ditte ed è stata giudicata la migliore offerta, con percentuale di ribasso del 61%, su prezzo a base d’asta per un importo di Euro 14.502,14 più 1.130,04 di oneri sicurezza oltre iva. Tanto premesso -fa comunque sapere Melli- l’amministrazione procederà a sottoporre a verifica la procedura”.

Articoli correlati

Disordini in campo, arrestato bitontino 27enne

Redazione

Cadavere trovato nella cisterna, fermato il fratello

Redazione

Nuova guerra a Tap, comune e comitato impugnano l’ok del Ministero al gasdotto

Redazione

Ecco il Piano di riordino ospedaliero: reparti accorpati e nuovi posti letto

Redazione

Operazione antimafia Tornado: 30 arresti dei carabinieri. Coinvolto anche un sindaco

Redazione

Due ragazzi hanno perso la vita in un incidente alle porte di Mesagne

Mimmo Consales