Cronaca

Patteggia la pena il 42enne accusato di pedopornografia

CALIMERA- Ha patteggiato un anno e quattro mesi di reclusione, il 42enne di Calimera finito nei guai a metà novembre con l’accusa di detenzione di materiale pedopornografico.
100mila file compromettenti, foto proibite di bambini scaricate da siti on line. Gli agenti della Polizia Postale di Lecce, su delega della Procura di Roma, li avevano sequestrati in casa sua dopo una perquisizione durata diverse ore.

A lui ci sono arrivati con indagini telematiche partite da Roma. Difficile, di questi tempi, sfuggire agli occhi della polizia se si consultano questo tipo di siti. Gli agenti sequestrarono il pc ed altri supporti  Era stata la Procura di Roma a disporre l’arresto, delegando il pm Vallefuoco. Il 42enne è difeso dall’avvocato Massimo Gabrieli.

Articoli correlati

Torre Veneri, avviata la valutazione di incidenza ambientale

Redazione

Precipita dalla Grotta delle tre porte: paura a Leuca. IL VIDEO DEI SOCCORSI

Redazione

Guardia di Finanza: il Generale di Divisione Augelli visita il Comando Provinciale di Lecce

Redazione

Rifiuti interrati, nuovi scavi a Supersano e blitz nell’azienda indicata dal pentito Scu

Redazione

13 sotto un tetto: sfratto imminente e disperazione

Redazione

Riduce in fin di vita l’ex compagna, in manette un 45enne fasanese

Redazione