Sport

Al via l’ “Era Braglia”. Sticchi Damiani: “Con nuovo allenatore niente più alibi”

LECCE- Tocca a mister Piero Braglia raddrizzare il legno storto della classifica del Lecce. Il tecnico grossetano ha diretto il primo allenamento a Martignano e per la sua “prima” in campionato potrebbe contare – sabato contro L’Ischia Isolaverde (ticket già in vendita) – su bomber Moscardelli che si è rivisto in campo sul manto della “Cittadella dello sport” del comune grico.
Il cambio di guardia alla guida del Lecce è anche e soprattutto un avvicendamento in termini di impostazione (sportiva e caratteriale) dei timonieri, e non lo nasconde il presidente in pectore, Saverio Sticchi Damiani, ospite di Piazza Giallorossa, che dopo aver reso l’onore delle armi ad Antonino Asta, riconosce senza giri di parole la valutazione sbagliata in presenza di una classifica impietosa per i giallorossi.

Il capo d’imputazione principale, per il numero uno della società, è legato all’eccesso di riferimenti agli uomini assenti, a quegli infortunati che la gestione Asta – secondo Sticchi Damiani – troppe volte ha chiamato in causa

Ora è indispensabile la svolta, per questo il probabile erede nella postazione che è stata di Savino Tesoro sottolinea che non ci saranno più alibi, anche e soprattutto per i calciatori, a evidenziare che Asta non può essere considerato l’unico responsabile di un avvio di stagione così deludente

 

Articoli correlati

Lecce, D’Aversa: “Scendiamo in campo come se fosse l’ultima di campionato”

Redazione

V. Francavilla, contro la Paganese l’occasione per riprendere la marcia. Con un Perez in più

Redazione

Taranto, Papagni suona la carica. Ultrà in sciopero per 10 minuti

Redazione

Lecce, attacco da valutare. Difesa e centrocampo ok

Redazione

Il Lecce affronta il Cosenza con il Toro in testa. Braglia arriva con 21 calciatori

Redazione

Calcio biancazzurro: il futuro nell’incontro di domani

Redazione