Cronaca

Omicidio Renda, l’Interpol a caccia di tre imputati irreperibili

LECCE- Sarà l’Interpol a rintracciare oltreoceano i tre imputati irreperibili accusati dell’omicidio di Simone Renda, bancario leccese di 34 anni, morto in una cella in Messico il 3 marzo 2007. Oggi il processo è tornato in aula, dinanzi ai giudici della Corte d’Assise. Gli imputati sono tutti cittadini messicani. Tra questi sono il giudice qualificatore, due guardie carcerarie, due vicedirettori del carcere e due agenti della polizia turistica del municipio di Playa del Carmen.

Le ipotesi di reato nei loro confronti sono di omicidio e violazione dell’articolo 1 della Convenzione Onu contro la tortura e altre pene o trattamenti crudeli, inumani o degradanti.

Articoli correlati

Figlioletti lasciati incustoditi in auto, genitori a processo

Redazione

“Feroce e brutale” nell’abusare sessualmente di due 12enni: arrestato 16enne a Brindisi

Redazione

87 piante di marijuana in casa, in manette 56enne

Redazione

Alloggi popolari, la Regione chiede conto al Comune. Il Pd: “No polemiche, sì chiarezza”

Redazione

Cuore Amico dona un’auto a Claudia, la ragazza dalla malattia senza nome

Redazione

Maxi rissa a colpi di martello e coltelli, 4 arresti

Redazione