Sport

Sconfitta di rigore, Lecce fuori dalla Coppa Italia

LECCE- Lecce e Matera si ritrovano in campo dopo la parentesi di campionato. Stavolta c’è in palio il passaggio del turno in Coppa Italia. La gara è preceduta da un minuto di silenzio per onorare la memoria dell’ex giallorosso Klas Ingesson scomparso in mattinata dopo aver lottato a lungo contro una malattia incurabile.

Lecce con il lutto al braccio. Spazio ai rientranti da infortunio e a chi non ha trovato spazio in campionato nella formazione di Lerda. Si rivedono così D’Ambrosio, Rullo, Carini e Rosafio dal primo minuto. Tra i pali c’è Petrachi. Mister Auteri pur attingendo a piene mani al turno over, schiera il suo marchio di fabbrica, il 3-4-3. Davanti a pochi intimi presenti sugli spalti, la prima conclusione in porta è di marca ospite con Cuffa che testa i riflessi di Petrachi dal limite dell’area. Il copione si ripete cinque minuti più tardi.

Stavolta è Bustamante, ex di turno, a trovare la giocata al limite che gli permette di concludere. Palla a lato. Al 19 esimo si affaccia il Lecce con Rosafio che non riesce a deviare un’imbucata di Miccoli. I ritmi bassi non danno spazio allo spettacolo e i minuti passano senza particolari sussulti. Minuto 26, il Matera prova a pungere in contropiede con la retroguardia giallorossa scoperta a destra. Il tiro di Bustamante è fuori dai pali. Il fraseggio dei giallorossi è lento e la buona copertura difensiva degli ospiti non permette a Miccoli e compagni di trovare giocate efficaci negli ultimi 20 metri. Matera propositivo nuovamente sugli sviluppi di un corner, l’incornata di Giacomini sorvola la traversa. È l’ultima azione degna di nota del primo tempo.

La ripresa si apre con un cambio tra le maglie giallorosse. Esce Filipe Gomes per dare spazio a Sacilotto. Pochi minuti e Lepore disegna un traversone perfetto per Miccoli che stacca bene ma la sfera si spegne alla destra di Bifulco. Sempre Lepore vede pochi minuti dopo l’inserimento di Miccoli che servito sulla corsa, entra in area ma perde il momento della battuta sull’uscita dell’estremo difensore materano. La scossa al match arriva al 59esimo quando Di Noia capitalizza al meglio la troppa libertà concessa dalla retroguardia giallorossa, liberando un gran sinistro dal limite sul quale Petrachi non può nulla. Matera in vantaggio. Lerda richiama Miccoli in panchina e manda in campo Doumbia a scardinare la difesa materana. Detto fatto. La sua prima palla toccata è il gol del pareggio. Inserimento a sinistra, rientro sul piede destro e tiro sul palo. Azzeccata la mossa del tecnico.

Il Lecce avrebbe anche l’occasione di raddoppiare ma D’Ambrosio davanti a Bifulco non ha la giusta freddezza e la sua conclusione, forse ritardata, viene respinta dal portiere. Lo stesso Bifulco protagonista sui piedi di Della Rocca splendidamente pescato in area da Doumbia abile a rubare un pallone sui 25 metri. All’84esimo finisce la gara di Rullo che si arrende ai crampi. Al suo posto in campo c’è Diniz all’esordio stagionale con il Lecce dopo un lunghissimo infortunio. Quasi allo scadere ci riprova Rosafio ma il suo sinistro dalla distanza è fuori misura. Al termine dei novanta minuti è dunque parità. Si ricorre ai tempi supplementari.

Nell’extra time due occasioni nel giro di pochi secondi per il Lecce. Prima Lopez dal limite, subito dopo Doumbia non riesce ad essere cinico a pochi metri da Bifulco. Invece di tirare subito il francese si lascia andare ad un controproducente controllo che vanifica la pericolosa azione giallorossa.

Con le due squadre stremate dal lungo confronto, neppure i secondi 15 minuti supplementari sono stati sufficienti a emettere il verdetto della gara che dunque si trascina fino ai calci di rigore decretati per regolamento dall’arbitro Luciano di Lamezia Terme.

 Dal dischetto segnano Della Rocca, Sacilotto e Lepore. Sbagliano invece D’Ambrosio e Lopez. La gara termina 4-5 e il Matera elimina il Lecce dalla Coppa Italia.

Articoli correlati

Basket, Pistoia-Brindisi: l’analisi di coach Frank Vitucci

Redazione

Lecce e Ascoli si preparano facendo i conti con gli infortuni

Redazione

Stepinski parla già “giallorosso”: “Non vedo l’ora di vederci allo stadio”

Redazione

Squadra arbitrale: cambio al VAR per Inter – Lecce

Redazione

Casarano, ecco Pitarresi

Redazione

Il Foggia riprende il Toro, crolla il Brindisi

Redazione