Politica

Primarie, Minervini: “Il partito deve essere terzo”. Continua la lotta Pd-Sel

LECCE- Mentre l’alleanza tra Pd e Sel traballa per la guerra sulle riforme, in Puglia i candidati del Pd scendono ufficialmente in campo: Minervini ed Emiliano si presentano con due conferenza baresi concomitanti. 

L’assessore alla Trasparenza della Regione Puglia promette una campagna elettorale fuori dalle righe e lancia il suo avvertimento: “Non si rompa il patto di coalizione. Nessuno provi a sostituire Vendola con Cassano”. Minervini chiede di ripartire da quello che non ha funzionato, da Taranto e dall’Ilva, e poi chiede trasparenza sull’utilizzo delle risorse derivanti dalle primarie”. La battaglia principale, però, è quella sulla terzietà del partito, perché non si usino le segreterie come comitati elettorali.

Emiliano invece presenta le sue prime 450 adesioni di sindaci, consiglieri e assessori su un documento che punta su lla Regione dell’efficienza amministrativa: gli amministratori chiedono che il segretario sia non il governatore, ma il sindaco della Puglia e che sappia lavorare in sinergia con tutti loro. Il segretario regionale del Pd replica indirettamente a Minervini spiegando che non si sta mobilitando l’apparato, ma la base, “gli amministratori e i sindaci che combattono ogni giorno sul campo”. Emiliano ha chiesto che si faccia una campagna elettorale sui contenuti, senza attacchi alle persone. Sullo scontro tra Sel e Pd, il segretario ha escluso qualsiasi sostituzione di Vendola con Cassano e ha spiegato che spera che lo scontro romano non si propaghi anche in Puglia.

Intanto, Elena Gentile, la terza candidata del Pd ha incontrato Civati per il lasciapassare sulle primarie. Nell’incontro con i civatiani salentini non c’è stata unanimità: in molti vedono questa candidatura come un tradimento degli elettori che l’hanno mandata a Bruxelles.

Minervini e Gentile proveranno a insistere sul doppio turno, supportati dall’outsider Dario stefano. Ma per Emiliano il discorso è chiuso: “C’è la firma di Sel sul turno unico e in tutta Italia le primarie chiudono al primo round”.

Articoli correlati

Sangiuliano a Bari per Romito: “Pronto a fare il suo assessore alla cultura”  

Redazione

Brindisi – in 19 chiedono il ritiro delle deleghe assessorili

Mimmo Consales

Ballottaggio: stretta di mano tra Poli Bortone e Ciucci

Sergio Costa

Parcheggi, Salvemini contro i 5mila posti promessi da Poli

Sergio Costa

Ballottaggio: da Siculella nessuna indicazione di voto, ma “andate a votare”

Barbara Magnani

Comunali Bari, sfida tra candidati sindaci a colpi di patti con i cittadini

Redazione