Cronaca

Gestiva un giro di squillo? Resta in carcere ‘Primula rossa’

LECCE  –  Resta in carcere ‘Primula rossa’, il cinese 43enne ricercato dalla Polizia tarantina, arrestato in un appartamento a Lecce. Lo ha deciso il Giudice delle Indagini Preliminari Antonia Martalò, a seguito dell’interrogatorio di convalida che si è svolto questa mattina.

Ha respinto tutte le accuse.

Secondo gli inquirenti tarantini che a gennaio hanno sequestrato di una casa a luci rosse situata nel centro del capoluogo ionico dove, al momento del controllo, erano state sorprese due donne di nazionalità cinese intente a prostituirsi, sarebbe il capo dell’organizzazione che gestiva il giro di squillo.

Articoli correlati

Due spaccate a distanza di pochi metri: caccia ai banditi

Redazione

“No a chiusura al traffico del centro storico”: commercianti sul piede di guerra

Redazione

Il Tar di Lecce è salvo: ma ci sono altri nodi da sciogliere

Redazione

Vertice europeo su Xylella: Italia chiede gruppo di studio scientifico internazionale

Redazione

M…E, scritte contro il comitato di Salvini

Redazione

Centri per l’Impiego, trampolini di lancio o parcheggi per disoccupati?

Redazione