Cronaca

Gestiva un giro di squillo? Resta in carcere ‘Primula rossa’

LECCE  –  Resta in carcere ‘Primula rossa’, il cinese 43enne ricercato dalla Polizia tarantina, arrestato in un appartamento a Lecce. Lo ha deciso il Giudice delle Indagini Preliminari Antonia Martalò, a seguito dell’interrogatorio di convalida che si è svolto questa mattina.

Ha respinto tutte le accuse.

Secondo gli inquirenti tarantini che a gennaio hanno sequestrato di una casa a luci rosse situata nel centro del capoluogo ionico dove, al momento del controllo, erano state sorprese due donne di nazionalità cinese intente a prostituirsi, sarebbe il capo dell’organizzazione che gestiva il giro di squillo.

Articoli correlati

Furto di alberi secolari, processo per direttissima per gli arrestati

Redazione

Sullo scooter contro palo del filobus, grave 18enne leccese

Redazione

Terrore a Trepuzzi, banditi entrano in casa di un 55enne per rapinarlo. Via con cassaforte e fucili

Redazione

Nardò, divieto di lavoro nei campi nelle ore più calde. Mellone: “Mio dovere tutelare la salute dei lavoratori”

Redazione

Processo Boc: conferma condanna e sconti di pena

Redazione

Sorpreso con la cocaina in casa, in manette 53enne

Redazione