Cronaca

Torre Chianca e Casalabate: torna l’erosione mangia-spiagge

TORRE CHIANCA (LE)   –    “La lunga e larga spiaggia di Torre Chianca, a causa delle numerose mareggiate, è quasi scomparsa. Se i nostri politici non si danno da fare per presentare progetti e ottenere i fondi i nostri litorali nel giro di qualche anno scompariranno tutti”.

È quanto segnala Giuseppe Statilani a ‘dilloatelerama@gmail.com’.

Una situazione analoga è quella di Casalabate dove il progetto in difesa delle dune, costato 2.250.000 €, è caduto sotto i colpi delle onde che hanno demolito la palizzata, conficcata nella spiaggia, a protezione del piede delle dune.

“Solo successivamente alla realizzazione dei frangiflutti – spiega il Geologo Tommaso Elia  si può pensare di eseguire interventi di difesa del suolo nelle aree a rischio idrogeologico, altrimenti si è punto e daccapo”, come a Casalabate.

Articoli correlati

Morte all’Ilva, sindacati: “Se si ferma il Mof, temiamo ondata ferie forzate”

Redazione

Maxi sequestro di merce contraffatta in casa a Monteroni

Redazione

Lavoratori ‘in nero’ e merce contraffatta, denunce e sequestri

Redazione

Gallipoli, malore alla guida: muore 29enne a pochi giorni dal suo compleanno

Redazione

Festa dell’accoglienza, il De Pace dà il benvenuto ai nuovi iscritti

Redazione

Scandalo Asl, Corso e Ferrari scelgono il silenzio

Redazione