Cronaca

Picchia madre e sorellina, un arresto a Nardò

NARDO’ (LE) – Ha picchiato la madre e la sorellina con un cavo elettrico, di quelli usati per alimentare il computer, le ha ferite tanto che le due donne, piene di escoriazioni e lividi, hanno dovuto far ricorso ai medici dell’ospedale di Nardò. È stato necessario l’intervento dei carabinieri della locale stazione per bloccare la furia di Danny De Vita, 23enne di Nardò, bloccato ed arrestato per maltrattamenti in famiglia.

L’episodio nel corso della notte in casa della famiglia. Le due donne, refertate nell’ospedale di Nardò, hanno avuto una prognosi di 5 giorni.

I carabinieri hanno accertato che le violenze e i maltrattamenti duravano da oltre un anno. 

Articoli correlati

Incendia l’auto al sindaco Consales e lo perseguita: arrestato

Redazione

Scompare 14enne in vacanza nel Salento, ritrovata a Racale

Redazione

Torre Chianca, incendio distrugge bar della marina leccese

Mario Vecchio

Suicidio in carcere, Nessuno Tocchi Caino: “Alleviare le sofferenze detenutii”

Redazione

Tutela di spiagge e dune: così si forma il turista consapevole

Redazione

Gallipoli, Consiglio Comunale con 17 componenti anziché 16, per ora rientra anche Fasano

Redazione