Cronaca

Porto Cesareo, il mare ‘mangia’ i lidi: “Pronta un’azione legale”

PORTO CESAREO (LE) – “Adesso basta, passiamo alle vie legali”. È un grido di guerra quello degli operatori balneari. Oggi si alza da Porto Csareo, ma è la stessa cosa sull’Adriatico. Siamo al ‘Lido Belvedere’, ma la situazione è identica ad Alimini. Il mare ha letteralmente mangiato la spiaggia e dello storico stabilimento ‘Belvedere’, ecco cosa resta. Lettini in acqua, una sola fila di ombrelloni a ridosso della struttura.

In acqua pure l’ombrellone del bagnino. A niente è valso l’investimento di 30mila euro per mettere questi sacchi in acqua per arginare la furia del mare.

La mareggiata scatenata dal vento di Maestrale prima e Scirocco poi, ha devastato ciò che restava. Ed Assobalneari, punta il dito contro le amministrazioni comunali che: ” Contro l’erosione – dice – sono completamente assenti”.

Intanto, qui resistono solo i pochi affezionati clienti di una vita, che ricordano 30 metri di spiaggia e 7 file di ombrelloni. E ora che di belvedere resta ben poco, si apre un anno in cui si spera di correre ai ripari o il rischio è la chiusura.

 

Articoli correlati

Colpito dal tronco di un albero muore un operaio dell’Arif mentre spegne un rogo

Redazione

Schianto fatale, muore una donna di 80 anni

Redazione

Malore in piscina, 13enne muore dopo 8 giorni di coma

Redazione

Uragano ai Caraibi, morto un operaio salentino

Isabel Tramacere

Salvataggio in extremis a Nardò. La richiesta: “Serve primo intervento h24”

Paolo Franza

Dopo la rissa nel centro storico scatta la chiusura per 15 giorni di un locale

Redazione