Cronaca

Coca ed erba per i milanesi, l’imprenditore respinge le accuse

LECCE – Ha respinto ogni accusa Flavio Elia, il titolare di una concessionaria di auto di Copertino, finito in manette 2 giorni fa, nel corso di un’indagine portata avanti dal nucleo investigativo dei carabinieri di Milano, con 20 persone coinvolte in varie province italiane.

Si è svolto in mattinata per rogatoria, l’interrogatorio di garanzia davanti al Gip Annalisa De Benedictis, in presenza dei suoi due legali Giuseppe Bonsegna e Mario Ciardo. L’accusa è di traffico internazionale di droga destinata a Milano e all’hinterland.

“Ho avuto rapporti di lavoro con le altre persone coinvolte, ma della droga non so nulla”, ha dichiarato Elia. Intanto i suoi legali hanno presentato istanza di scarcerazione.

Articoli correlati

Lecce, a fuoco i mobili nel porticato. Evacuate due palazzine

Sergio Costa

Gallipoli, a fuoco la collina di San Mauro. Paura anche in spiaggia

Mario Vecchio

Furti nei bar, in casa e per strada: arrestato ladro seriale

Redazione

Molestie sessuali: nella trappola del viceprocuratore anche donne incinta e infermiere

Erica Fiore

Nei brogliacci dell’inchiesta “insulti omofobi nei miei confronti”: il giudice Errede denuncia gli inquirenti

Redazione

Presicce-Acquarica: gatto morto davanti allo studio del sindaco

Redazione