Attualità

Ispezione all’ex ospedale di Maglie, Pagliaro: “Presidio da potenziare”

MAGLIE – Il tour di ispezioni nelle strutture sanitarie della Asl di Lecce del consigliere regionale Paolo Pagliaro ha fatto tappa a Maglie, nell’ex ospedale convertito in presidio territoriale di assistenza, che ospita anche la sede del distretto sociosanitario che comprende ben dodici comuni.

“L’apparecchio per gli esami radiologici – afferma Pagliaro – è obsoleto e fuori uso da oltre due anni, e si attende che la Asl dia seguito all’impegno di trasferire al presidio di Maglie l’apparecchiatura di Martano. Nel reparto di Senologia manca il tavolo stereotassico per le biopsie, che serve ad individuare anomalie mammarie e a rimuovere campioni di tessuto in caso di sospette lesioni tumorali. In neurologia serve un elettromiògrafo nuovo. Quello utilizzato risale al 1986 ed è stato revisionato cinque anni fa. In oculistica serve un autorefrattometro per determinare il difetto refrattivo dell’occhio in maniera oggettiva. Nonostante vi sia una sala operatoria nuova e attrezzata, non si possono più effettuare day service di chirurgia generale e di chirurgia plastica per assenza di medici. L’udt per pazienti non autosufficienti è stata più volte inaugurata ma mai entrata in funzione. In neuropsichiatria infantile mancano computer e stampanti. Nel consultorio familiare vi è un problema di sicurezza per gli operatori, esposti a minacce e al rischio di aggressioni. In fisioterapia c’è un solo lettino Bobath e ne servirebbe un altro. Manca poi un bagno a servizio degli utenti con disabilità.

Negli ambulatori i medici specialisti sono in servizio solo per poche ore e soltanto in alcuni giorni della settimana, insufficienti rispetto alle reali necessità. Molti ambulatori erano chiusi e la ridotta operatività non consente di rispondere in modo efficiente alla domanda dell’utenza.

Manca (come in tutti i Distretti sociosanitari della Asl di Lecce) un medico dello sport che rilasci certificati per l’attività fisica agonistica.

Questo il quadro riscontrato in un territorio che in estate raddoppia la sua popolazione e il suo bisogno di assistenza sanitaria.

Articoli correlati

Cristian Sturdà: “Il piano sicurezza ha fallito”

Redazione

Inquinamento a Cavallino, pediatri rilanciano allarme: malattie in aumento

Redazione

Un murales per ricordare Giacomo Roberti

Redazione

Sistema museale Vaste-Poggiardo, dopo 4 anni la “deVASTEtion”: sui social un video-denuncia

Redazione

Ilva, riprende la trattativa. Di Maio: “Lavoro e ambiente”. Emiliano: “Taranto può contare su di lui”

Redazione

Litigio in strada tra due donne, un arresto e una ferita

Redazione