Attualità

I social al servizio dei “neet” per trovare lavoro

LECCE – Promuovere l’uso dei social media in modo corretto e funzionale ad un ritorno economico. É questo il focus del progetto “SOCIal.NeET” presentato nella sala stampa di Palazzo Adorno in Provincia di Lecce.

Il progetto, promosso da Comune di Otranto e da una fitta rete di partner è cofinanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Politiche Giovanili e il servizio Civile Universale ed Anci attraverso l’avviso “LINK! – Connettiamo i giovani al futuro”.

Unico finanziato della Provincia di Lecce, su 14 progetti a livello nazionale, “SOCIal.NeET” cerca di favorire e trovare un’occupazione ai giovani che non sono in istruzione, formazione e lavoro per valorizzarne il potenziale, migliorando conoscenze e competenze di base; indirizzarne lo sviluppo del progetto di vita; incentivare il senso di appartenenza civica e di partecipazione attiva alla realtà locale.

Le attività di individuazione e di ingaggio dei Neet saranno realizzate grazie ad una fitta rete di partner del territorio di Otranto, e dell’Ambito Sociale di Maglie, che prevedono un mirato percorso formativo di duecento ore che sarà accompagnato da un supporto psicologico ai ragazzi, dai successivi tirocini/collaborazioni attivate dalla partecipazione alla co-progettazione di eventi ed all’ingaggio di ulteriori Neet con lo sguardo rivolto ai giovani volontari del Servizio Civile Universale.

Il progetto che vede la partecipazione delle Associazioni di Promozione Sociale “Visit Messapia” e “Volo Alto” si chiuderà entro dicembre 2024. I prossimi step riguarderanno la formazione dei responsabili di rete e nei primi mesi la manifestazione per individuare i Neet da formare. L’obiettivo del Comune di Otranto è trasferire ai giovani Neet competenze sulla vendita online e marketing digitale di prodotti locali, attraverso i vari Marketplace; competenza per la stesura di accordi con commercianti e artigiani per la vendita dei loro prodotti, anche al fine di indirizzare questi giovani verso un percorso lavorativo orientato alla legalità

Articoli correlati

Il Covid rallenta ancora: 20 contagi nel Salento, ma sono 3 i morti leccesi

Redazione

Scavi di Pompei, il contributo dell’Unisalento

Redazione

La finanza in Comune: acquisiti documenti su insediamenti commerciali e residenziali

Redazione

Le ambizioni turistiche del brindisino frenate da carenza di strutture e degrado

Redazione

Nel giorno delle pensioni, lunghe code sotto il sole

Redazione

Fioretti: voglio una Uil più dinamica

Redazione