Sport

Taranto, coppa Italia. Capuano studia nuove alternative

Domani alle 16.15 allo Stadio Comunale “Donato Curcio” di Picerno, il Taranto disputerà il primo turno di coppa Italia di serie C contro la formazione lucana. Si ritrovano i due team rossoblù a poco meno di un mese dal Monday night della seconda giornata di campionato quanto la gara terminò 1-1 con gol del pareggio di Pietro Cianci. Adesso, però, il tecnico Ezio Capuano potrà contare su alcune alternative che arrivano dalla panchina. Il turnover è inevitabile, visto che il Taranto domenica alle 18.30 disputerà la terza trasferta consecutiva contro il Giugliano in Campania. Tornando alla gara di coppa, Capuano dovrebbe dar spazio a chi ha meno minuti nelle gambe, a iniziare dal portiere che dovrebbe essere Loliva. Il test di domani ha una valenza molto importante a margine della gara pareggiata sul neutro di Francavilla Fontana contro il Cerignola. Se la difesa sembra essere quella impenetrabile della passata stagione, con Vannucchi e Antonini che giganteggiano, da comprendere le scelte a centrocampo. L’assenza di Bonetti è un gap troppo elevato se combinata con quella di Calvano, out dopo l’allenamento pregara di lunedì scorso. Logico che dal match del “Curcio” si potranno comprendere quali energie e qualità sono possibili sulla mediana e in attacco, dove Orlando sta guadagnando in condizione fisica e aumentare il minutaggio potrebbe essere un vantaggio come alternativa futura nello sviluppo dell’azione offensiva, viste le qualità del calciatore nel calciare, saltare l’uomo e creare superiorità numerica. La gara di domani sarà arbitrata da Valerio Pezzopane di L’Aquila. Assistenti: Domenico Russo di Torre Annunziata e Diego Spatrisano di Cesena. Quarto uomo: Simone Palmieri di Avellino. Dopo il match di campionato col Giugliano, il Taranto vivrà una settimana di normale lavoro con la speranza di rivedere la squadra del presidente Giove tornare allo stadio Iacovone domenica 15 ottobre contro il Crotone, con lo stadio aperto eccetto la curva sud, in attesa della robusta ristrutturazione dell’impianto sportivo del rione salinella che prevede, per i Giochi del Mediterraneo, la riqualificazione dell’anello superiore, la demolizione e ricostruzione dell’anello inferiore, la copertura totale dell’impianto con una capienza di 23mila spettatori.

Articoli correlati

Virtus Francavilla, col Sorrento in cerca di continuità

Redazione

Lecce, a Monza ‘l’ultima Curva” con rabbia, orgoglio e sentimento

Redazione

U.S. Lecce: approvato il bilancio, il 9 novembre ci sarà la firma per la cessione definitiva

Redazione

Benevento-Lecce di venerdì in serale: il programma della terza giornata

Redazione

Spadafora: “4 maggio? Solo allenamenti a porte chiuse”. Il Lecce pensa all’Acaya Resort

Redazione

Sticchi Damiani: “Siamo sani e strutturati. Il mercato? Manca qualcosa dietro”

Redazione