Attualità

Calimera onora il suo eroe Antonio Montinaro

CALIMERA – Non sono bastate le scritte apparse sui muri del paese a rovinare un clima di grande emozione e commozione. Scritte offensive contro lo Stato, contro il regime carcerario e contro chi la mafia la combatte. Lo spirito della manifestazione era tutt’altro. Ricordare Antonio Montinaro caposcorta del giudice Giovanni Falcone in quello che sarebbe stato il giorno del suo 60esimo compleanno. Calimera ha voluto celebrare il suo eroe e lo ha ricordato con una serie di iniziative, con tanti ospiti, con tante persone che lo conoscevano personalmente e che ci hanno vissuto accanto, ma anche tante autorità che hanno lanciato messaggi importanti.

Tra le iniziative proposte, la presenza della Quarto Savona 15, ovvero la teca con i resti della Fiat Croma blindata su cui viaggiava l’assistente di polizia di Calimera Antonio Montinaro, insieme agli agenti Rocco Dicillo e Vito Schifani, indimenticati simboli della lotta alla mafia, il giorno della strage di Capaci avvenuta nel maggio del 1992. Una testimonianza forte di quello che è stato l’impatto devastante di quel vile attentato.

Articoli correlati

Incendi, Gandoli ultimo evento: occorre prevenzione

Redazione

Al Liceo Palmieri, una mattinata di studi sulla guerra in Ucraina

Redazione

Farmacia ospedaliera “attese e disagi”: la denuncia a Dilloatelerama

Redazione

Fine settimana di saldi e visite guidate: la tramontana aiuta

Redazione

Situazione sempre più difficile in Pronto Soccorso, ambulanze ferme per ore. Il video

Redazione

Mangiare sano e con equilibrio anche in questi giorni per evitare problemi

Redazione