Attualità

Festa della Liberazione, da Lecce un appello alla pace

LECCE – La guerra in Ucraina entra a pieno titolo anche nelle celebrazioni della Festa della Liberazione che anche quest’anno si è svolta in piazza Partigiani a Lecce. Più volte è stato fatto cenno al conflitto bellico costato la vita a migliaia di civili.

Liberazione, partecipazione, condivisione per riaccendere il senso di comunità e di appartenenza. Un concetto rimarcato dal prefetto di Lecce Maria Rosa Trio. “Dobbiamo lavorare per tracciare un orizzonte di pace rispettando gli ideali dei nostri partigiani”, ha sottolineato invece Gianni Schilardi, presidente dell’Anpi, l’Associazione Nazionale Partigiani, Significativo anche il messaggio lanciato dalla sindaca del Consiglio comunale dei ragazzi, Fatima Baig.

Alla manifestazione – organizzata dalla Prefettura di Lecce e dalla Scuola di Cavalleria insieme all’Anpi, al Comune e alla Provincia – hanno partecipato anche alcune autorità politiche e militari e i rappresentanti delle Associazioni combattentistiche e d’Arma.

Articoli correlati

Pazza estate, i nubifragi sferzano il Salento: tempeste di fulmini e case allagate

Redazione

Open day vaccini ai bimbi, caos nell’hub del Museo Castromediano. Arriva la polizia

Redazione

Covid, triste primato Puglia: in un giorno 27 accessi in terapia intensiva

Redazione

Allarme demografico in Puglia. Poche nascite ovunque, si salva solo Foggia

Mario Vecchio

Il Tar Lecce sblocca l’appalto per la videosorveglianza nelle zone industriali

Redazione

Prete: nelle marine leccesi non è cambiato nulla

Redazione