Attualità

Nuovi contagi nel Pronto Soccorso, Fracella: al Dea i casi sospetti

LECCE- I casi positivi salgono, un ritorno di positività preoccupante, che si incrementerà nel periodo post natalizio. Dopo l’infermiera del Pronto Soccorso del Vito Fazzi anche una dottoressa è risultata positiva.

“Fortunatamente- dice il primario del Pronto Soccorso Silvano Fracella– all’aumento dei casi non corrisponde un’ospedalizzazione che al momento, almeno per le terapie intensive, riguarda le persone non vaccinate”. Un reparto delicato quello del Pronto Soccorso, dove giornalmente continuano ad arrivare persone con sintomi sospetti che spesso risultano poi positive. Se il virus si diffonde tra il personale sanitario questo non fa che rallentare il sistema: personale già sguarnito in quarantena, stanze e ambienti da bonificare, attese per i pazienti sempre più lunghe.

Per questo Fracella ha inviato in queste ore una lettera al direttore generale dell’Asl per chiedere di riattivare presso il Dea la cosiddetta “zona grigia”, ovvero uno spazio attrezzato dove far confluire, con percorsi separati, i pazienti che arrivano in ambulanza con sintomi sospetti. Tornare quindi al sistema dell’inverno scorso perché l’emergenza sanitaria non è finita. I casi di positività nel Pronto Soccorso del Fazzi non sono gli unici: ce ne sono in altri reparti e in altri ospedali, come Scorrano e Casarano.

In Puglia, secondo i dati dell’ultimo bollettino, sono 7.440 le persone positive con 152 ricoveri in area non critica e 26 sono in terapia intensiva. 414 casi in 24 ore, con un tasso di positività del 2,8% contro il 2% di ieri: 66 in provincia di Bari; 8 nella Bat; in provincia di Brindisi 104, in quella di Foggia 146, nel Leccese 82, nel Tarantino 3.
ci sono anche quattro decessi.

Articoli correlati

Artigiani: mancano risorse umane, si lavora sull’attrattività del mestiere

Redazione

La prima uscita di Ersilia con la sua nuova auto: lo stupore e l’emozione

Redazione

Incidenti sul lavoro ed appalti al ribasso. Ecco perché si muore…

Mimmo Consales

Feste e presepi, la grande mobilitazione del Salento per Cuoreamico

Redazione

Piazza Libertini, gruppo di commercianti pronto per Settelacquare: “Ma dateci garanzie”

Redazione

SanitaService, sospeso lo sciopero: il 13 giugno nuovo incontro

Redazione