Attualità

Vaccini, Lopalco: il punto di svolta. Anziani in coda

SALENTO- L’assessore alla Sanità della Regione, Pier Luigi Lopalco, dall’hub allestito a Taranto nella Scuola Volontari dell’Aeronautica Militare, parla di “punto di svolta” nella vaccinazione. Dopo le polemiche per il rincorrersi di comunicazioni nella giornata di domenica sull’apertura anche ai non prenotati, nella fascia d’età 79-60 anni, per la vaccinazione anti Covid, le giornate del 12 e del 13 sono riservate rispettivamente ai 79enni e 78enni. Poi si andrà a scalare con l’età, fino a esaurimento delle dosi disponibili. Resta un punto fermo: la priorità va a chi si era già prenotato. “Questo vuol dire che le persone senza prenotazione aspettano di più -dice- ma avranno il loro vaccino”.

A Lecce, nessun assembramento ma una lunga fila sì, nell’hub del palazzetto dello sport; sono, appunto, le persone già prenotate, alle quali si aggiungono i 79enni senza prenotazione. Più tranquilla la situazione nella caserma Zappalà.

Lamentele a Brindisi nell’hub PalaVinci per la lunga attesa in fila. Trattandosi di persone anziane, il disagio è ovviamente maggiore. Intanto, il capo del Dipartimento Salute, Vito Montanaro, ha detto che i pugliesi tra i 60 e i 79 anni sono 870mila e che i 79enni sono 145mila, di cui solo la metà aveva prenotato il vaccino. Per questo si è deciso di dividere per età e giorni.

Intanto a Gallipoli è stato inaugurato l’hub territoriale, ovvero il centro vaccinazione del Distretto Socio Sanitario, all’interno della palestra dell’istituto Liceo Quinto Ennio Scienze Umane, in via Torino, l’“ex Magistrale”.

La palestra dell’istituto, per la sua grandezza e per la sua conformazione, permette ai cittadini di Gallipoli e a quelli appartenenti ai comuni del distretto -Alezio, Alliste, Melissano, Racale, Sannicola, Taviano e Tuglie- di effettuare le vaccinazioni in tutta sicurezza. La struttura si affianca così all’altro punto vaccinale della città, quello del Distretto Socio Sanitario sito in Lungomare Marconi.

IL DATO AGGIORNATO ALLE 18: sono 20mila i pugliesi vaccinati nella giornata di oggi. 10 mila i pugliesi di 79 anni che hanno ricevuto oggi il vaccino. Da domani sarà aperta la vaccinazione con Astrazeneca dei cittadini pugliesi senza fragilità di 78 anni (nati nel 1943).

Mentre mercoledì 14 aprile sarà aperta la doppia annualità dei nati nel 1944 e 1945, quindi dei 77enni e 76enni. Si va avanti sino ad esaurimento dei vaccini disponibili. Resta sempre confermato l’appuntamento per chi ha effettuato l’adesione sul sistema “La Puglia ti vaccina”, che avrà un accesso prioritario nei giorni e nella fascia oraria programmati. Le dosi in totale di vaccino anticovid in Puglia somministrate sino ad oggi sono 788.269 (alle ore 18).

 

Articoli correlati

Isabella e Alessandro Vespa (figlio di Bruno Vespa) hanno pronunciato il fatidico “sì” nella cattedrale di Oria

Redazione

Ballottaggio, incontro “segreto” con vertici Asl e dirigenti medici

Sergio Costa

Centrodestra: “Emiliano chiama alle armi i primari della Asl pro Salvemini”

Sergio Costa

A Brindisi premiati gli studenti con il premio “Honestas”

Andrea Contaldi

Incentivi e opportunità per le imprese, continuano i convegni informativi di Federaziende

Barbara Magnani

Arpal e Progetto Policoro a sostegno delle fasce più deboli

Andrea Contaldi