Attualità

Mario Spagnolo: “In Via XXV Luglio spartitraffico obbrobrioso”

LECCE – “Dopo i commercianti di Via Marconi, Viale Otranto, Via Leuca (solo per citare alcune strade di Lecce) ora tocca agli esercenti di Via XXV Luglio essere umiliati dall’Amministrazione Comunale che ha pensato bene di istallare uno spartitraffico obbrobrioso fatto di una fila di pali cilindrici per evitare che gli automobilisti accostino pochi secondi nei pressi del marciapiede opposto alla corsia preferenziale per un semplice acquisto al volo”. E’  l’intervento di Mario Spagnolo di Voce Nazionale. “L’ennesimo comportamento punitivo e vessatorio nei confronti di una categoria fondamentale per l’economia della città. Invece di aiutare il commercio, la Giunta Salvemini nella sua furia ideologica si contraddistingue per comportamenti e provvedimenti utili soltanto ad intralciare e penalizzare i negozianti. Un viale fondamentale per lo scorrimento in città, quale Via XXV Luglio, subisce così la presenza di una corsia preferenziale a destra – su cui marciano autobus vuoti – e di una pista ciclabile a sinistra – in cui non è dato vedere ciclisti- . Se l’obiettivo è chiudere il centro e lasciare i commercianti al loro destino perché non lo si dice apertamente? Perché non si ha il coraggio di farlo assumendosene la responsabilità politica e amministrativa? Perché continuare con questo stillicidio di provvedimenti dal sapore punitivo che sono esclusivamente di intralcio all’economia già asfittica della città? C’era bisogno nottetempo di sistemare che cilindri vergognosi su Via XXV luglio senza parlarne con gli esercenti ?”

Articoli correlati

Via Gallucci poco sicura per i pedoni, dopo la denuncia spuntano nuove strisce

Redazione

Concessioni demaniali, la provocazione del Codacons: “Spiagge private gratis”

Redazione

Curare i tumori pediatrici con farmaci sperimentali: l’obiettivo del Policlinico di Bari

Mariella Vitucci

Premiato uno studente del Cezzi De Castro Moro di Maglie al Festival Internazionale dell’Economia di Torino

Mario Vecchio

Quinto: “La commissione elettorale si trasforma in un seggio”

Antonio Greco

Brindisi – In cerca di alloggi per le forze dell’ordine

Mimmo Consales