Attualità

Trullo (MRS): “Salviamo la movida leccese”. Appello a Regione e Governo

LECCE – “L’ultimo DPCM penalizza la movida leccese in modo particolarmente grave. A Lecce non abbiamo le stesse esigenze e nemmeno le problematiche del Nord ed i casi legati al virus sono minori rispetto ad altre zone del Paese. Dunque bisognerebbe usare coscienziosità e formulare misure diverse”. Così Vittorio Trullo, Coordinatore cittadino di Lecce del Movimento Regione Salento.

“Il virus c’è e bisogna rispettare tutte le regole ma bisogna farlo tenendo conto anche dell’aspetto lavorativo -continua- A maggio sono stati chiesti enormi sacrifici ed investimenti per riaprire dopo il lockdown. Se esistono le regole di distanziamento sociale e si rispettano, perché limitare ulteriormente la vita ed il percorso lavorativo?

La Regione Puglia si faccia portavoce di questo enorme disagio ed il Governo agisca con lo zelo del buon padre di famiglia -conclude- ed inizi a tagliare tutte le tasse a chi è costretto a spegnere luci, a chiudere porte, ad abbassare serrande”.

Articoli correlati

Lecce 2050: in un corto i grandi temi per progettare una città euro-mediterranea

Erica Fiore

Assistenza sanitaria estiva, rete potenziata: 20 postazioni e 6 ambulanze

Erica Fiore

Una rete per contrastare le povertà educative, l’evento finale a Le Costantine

Barbara Magnani

Morandi e Fiorello in giro per il Salento

Elisabetta Paladini

A Don Antonio Coluccia il premio Ipogeo 2024

Redazione

A Casarano l’abbraccio a difesa del “Ferrari”

Isabel Tramacere