Attualità

Il personale ATA part-time chiede il completamento orario

LECCE – 5.000 internalizzati part-time del personale ATA, tra cui più di 400 salentini, si rivolgono allo Stato e ai Sindacati per invocare la sicurezza di un reddito, anche e soprattutto in un periodo delicato come questo.

“NON chiediamo assistenzialismo, ne soluzioni momentanee -dicono- da dipendenti di questo Stato, vogliamo solo che ci vengano riconosciuti i diritti costituzionali riconosciuti a tutti i precari. Stiamo parlando del DIRITTO AL COMPLETAMENTO ORARIO per gli assunti part-time. L’assunzione part-time non è mai esistita nella scuola e mai è stata prevista. Lo è stato solo per noi!

Questa soluzione -continuano- non solo risolverebbe la continuità reddituale, ma rappresenterebbe anche una soluzione stabile che restituisce dignità a tutti i lavoratori ATA internalizzati, in attesa che si arrivi alla trasformazione definitiva dei contratti part time in full time”.

Articoli correlati

Comune sciolto per mafia, assolto l’ex sindaco Guido Stefanelli

Redazione

Cambia il gestore dei rifiuti al Porto di Brindisi

Redazione

Alle 18.30 la messa in diretta su Telerama

Redazione

Regionali, nelle urne il caso della “maxi scheda”. Anche le istruzioni per ripiegarla

Redazione

Social Houting, “Un modello abitativo da esportare”. Nei prossimi giorni via ai lavori

Redazione

Settore extralberghiero: siglato Protocollo d’Intesa

Redazione