Attualità

Non spegnete le luminarie, l’appello dei Fratelli Parisi

SALENTO – “Siamo fermi in uno stand by che non sappiamo quanto durerà”. Anche i Fratelli Parisi, maestri delle luminarie, stanno soffrendo l’emergenza sanitaria che ha interrotto bruscamente la loro attività. Le feste patronali, con tutto l’importante indotto, sono state, per ovvi motivi, stoppate.

Sono quelle che, nel Salento, creano l’assembramento per eccellenza. Riti religiosi e laici che uniscono e riuniscono, all’insegna di devozione e tradizione, migliaia di persone. Torquato Parisi spiega come sia difficile per loro immaginare la ripartenza. Se un negozio, così come qualsiasi altra attività commerciale, ha la certezza di poter ripartire, chi si occupa di luminarie no. “La vedo dura. -dice- Anche solo immaginare quando ripartiranno a livello organizzativo le feste patronali è complesso”.

Per questo, dall’azienda di Taurisano, chiedono alle istituzioni di abbassare le tasse. “Comprendo che non si possa eliminarle -dice Parisi- ma stando fermi per un periodo indeterminato è davvero difficile pagare le somme per intero. Non sappiamo come fare”.

Articoli correlati

Necessario un tavolo di confronto per affrontare la crisi

Andrea Contaldi

Balzo in avanti del trasporto pubblico durante il G7

Mimmo Consales

Terme di Santa Cesarea,pronto l’accordo: al Comune le quote della Regione. Con un “ma”

Mary Tota

Giornalista di Telerama aggredito, la solidarietà di Saverio Congedo

Redazione

La festa dei Lampioni pronta ad “illuminare” Calimera

Antonio Greco

Terme di Santa Cesarea, l’affondo dei sindacati: “Mancano investimenti e programmazione”

Redazione