Colaci (MRS) ai parlamentari galatinesi: “Interrogazione su ospedale quando?”

GALATINA – “Bene le rassicurazioni sull’aeroporto militare di Galatina, ma urge un’interrogazione sull’ospedale, vittima del piano di riordino”. Francesco Colaci del Movimento Regione Salento scrive ai parlamentari galatinesi.

Dopo l’interrogazione presentata al Governo, in merito al paventato depotenziamento della Scuola di Volo presso l’Aeroporto Militare di Galatina, l’appello è affinchè l’incisivo strumento parlamentare sia utilizzato anche per un altro tema scottante: il destino dell’ospedale “Santa Caterina Novella”.

A prendere carta e penna, rivolgendosi ai parlamentari galatinesi, è Francesco Colaci del Movimento Regione Salento. Si rivolge ai deputati Leonardo Donno e Soave Alemanno e al senatore Cataldo Mininno. “Mi preme ribadire la mia richiesta di un vostro intervento nelle sede competenti -scrive- Ricordo infatti che la razionalizzazione della rete ospedaliera prevede la realizzazione del Nuovo Ospedale del Sud-Salento, tra Maglie e Melpignano, con conseguente disattivazione degli attuali stabilimenti di Scorrano e Galatina.

In altre occasioni avevo chiesto un’unità di intenti a difesa del nostro territorio, ed avevo invitato i Parlamentari di Galatina a presentare una interrogazione al Ministro della Salute, ritenendo la costruzione di un secondo ospedale di II livello, non conforme ai dettami del Decreto Ministeriale n.70/2015.

Purtroppo – continua Colaci – tali inviti sono rimasti senza seguito. Sono sicuro che siano caduti nel nulla per motivi casuali, per cui mi è gradita l’occasione per chiedere nuovamente ai nostri Parlamentari di presentare al Ministero della Salute una interrogazione urgente, al fine di conoscere come mai sia tollerata la palese violazione del Decreto Ministeriale in questione e quali siano le azioni che il Ministro intenda porre in essere, anche di concerto con il Cipe, al fine di verificare la bontà e legittimità dell’impiego richiesto dei Fondi di Coesione e Sviluppo 2014-2020, utilizzati per la costruzione del nuovo ospedale.

Per parte nostra – conclude – saremo al vostro fianco, senza distinzione di ideologia o partito politico, ritenendo che la tutela, con ogni mezzo, dei diritti e degli interessi dei nostri concittadini, sia esigenza prioritaria ed imprescindibile di chiunque abbia a cuore la propria città”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*