AttualitàEventi

“Pietre d’inciampo”: così i nomi della storia tornano in vita

MONTERONI- Memoria, arte e musica. La storia ritorna a vivere così a Monteroni con le “Pietre d’inciampo” . E’ stato inaugurato domenica pomeriggio in piazza il monumento diffuso, ideato dall’artista tedesco Gunter Demnig per ricordare le singole vittime della deportazione nazista e fascista.

Si tratta di un progetto nato nel 1995 e che si pone come obiettivo quello di ricucire l’Europa. La definizione Pietre d’inciampo, come spiega l’artista, è stata data da uno studente per far capire che dinanzi a questo monumento non si inciampa con i piedi ma con la testa e il cuore.

Articoli correlati

Squinzano, contagi nella scuola dell’infanzia Rodari. La dirigente: situazione sotto controllo

Redazione

Riscossione dei crediti mediante ruolo: l’avvocato Maria Leo illustra un’importante novità

Redazione

Al via Externa, in mostra le ultime novità sull’arredamento per esterni

Redazione

Birra and Sound 3.0, inizio col botto

Redazione

“Italia travel expert”, la piattaforma per agenti di viaggio che promuove le serre salentine

Redazione

L’Istituto Lanoce apre le porte ai futuri studenti

Redazione