AttualitàEventi

Il Palmieri partecipa alla “Notte Nazionale del Liceo Classico”

LECCE- Anche il Palmieri partecipa alla “Notte Nazionale del Liceo Classico”, un evento giunto alla sua quinta edizione nato direttamente su scala nazionale da un’idea di Rocco Schembra, docente di Latino e Greco presso il Liceo Classico “Gulli e Pennisi” di Acireale (CT), sostenuta dal Ministero della Pubblica Istruzione. Appuntamento quindi a venerdì 11 gennaio dalle 18 alle 24. Nata per dimostrare che il curricolo del classico è straordinariamente formativo e che gli studenti che lo scelgono sono motivati, ricchi di grandi talenti e con abilità e competenze che oltrepassano di gran lunga quelle richieste a scuola, la Notte Nazionale del Liceo Classico ha fatto breccia nell’opinione pubblica ed ha contribuito in maniera rilevante a focalizzare l’attenzione dei media e della gente su questo percorso formativo così rilevante.

I 433 licei classici aderenti, quindi anche il Palmieri, apriranno le loro porte alla cittadinanza e gli studenti si esibiranno in tutta una serie di performance legate ai loro studi :maratone di lettura, recitazioni teatrali, concerti, dibattiti, presentazioni di volumi, incontri con gli autori, cortometraggi, cineforum, degustazioni a tema ispirate al mondo antico e quant’altro la fantasia e la voglia di fare degli studenti e dei docenti saprà mettere in atto.

La Notte Nazionale del Liceo Classico è una festa e un modo alternativo ed innovativo di fare scuola e di veicolare i contenuti. Il Palmieri non poteva mancare a questo appuntamento. La cittadinanza è invitata per questa notte speciale.

Articoli correlati

“C’è crisi” e il ponte del 2 giugno è low cost

Redazione

Covid, Fitto: con Emiliano caos se non arriva un commissario dal Governo

Redazione

Rose bianche e lacrime per l’ultimo saluto alla nostra Silvia

Redazione

Solidarietà ANM a Mignone: iniziativa strumentale

Redazione

Palloncini bianchi e un lungo applauso “silenzioso”: l’ultimo saluto a Teresa, uccisa dal marito

Redazione

L’associazione sportiva non perde i benefici se non presenta il modello EAS

Redazione