AttualitàSanità

“Nulla è perduto”: l’importanza della prevenzione per il tumore mammario

LECCE – Al motto di “Nulla è perduto”, esperti dei vari campi, da quello medico, alle istituzioni, all’informazione si incontrano nel mese della prevenzione del tumore mammario per invitare le donne ad aderire.

“La donna e la prevenzione del tumore mammario: Riscopriamo noi stesse” è stato il tema dell’incontro che si è tenuto nelle sale dell’Hotel Tiziano a Lecce.

Il dottor Antonio Carriero, responsabile della struttura semplice di Senologia dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce, ha sottolineato quanto sia fondamentale, per un’eventuale terapia o intervento chirurgico, individuare per tempo un tumore alla mammella.

Filomena D’Antini, Consigliera di Parità della Provincia di Lecce, ha rimarcato il ruolo, importante, che le istituzioni hanno nel garantire i tempi di conciliazione vita-lavoro di ogni donna.

L’editore Paolo Pagliaro ha parlato del ruolo, fondamentale, dell’informazione. Anch’essa, con le sue denunce, fa prevenzione attiva. La provincia di Lecce ha un triste primato e le inchieste giornalistiche su Ilva, Cerano, sulla scoperta della presenza di idrocarburi nell’invaso del Pertusillo, su quella dei rifiuti tossici interrati che avvelenano la falda, sono armi nelle mani dei cittadini in difesa della propria salute.

Articoli correlati

Ex Ilva: la proprietà ferma alcuni impianti, lavoratori a casa. I sindacati: “Assenza del Governo”

Redazione

Bollettino covid: 215 nuovi casi in tutta la Puglia

Redazione

Cibo e solidarietà dal contorno futurista

Redazione

102 anni! Auguri, nonno Damiano

Redazione

Doppia sanzione e più controlli: le proposte dei gestori per una movida sicura

Redazione

MRS, Capoccia: “Su turismo e cultura, a Lecce poche idee e confuse”

Redazione