CronacaEconomiaPolitica

Metanodotto Tap, Rotundo: “I consiglieri tenuti all’oscuro”

LECCE- “Sino ad oggi a Palazzo Carafa tutti sembravano cadere dalle nuvole quando si chiedevano notizie sul progetto di metanodotto di circa 55 Km che dovrebbe collegare il terminale di ricezione del gasdotto Tap di Melendugno alla rete nazionale Snam di Mesagne; silenzio assoluto, – dichiara il presidente della Commissione controllo Antonio Rotundo – nessuno sapeva niente di quel progetto, eppure la costruzione di quella condotta ci riguarda direttamente in quanto attraversa il territorio del nostro Comune e da quello che se ne sa dovrebbe passare, tra l’altro, nell’area del Parco di Rauccio, in particolare all’altezza della Masseria  Solicara.

La città aveva ed ha il preciso dovere di verificare la richiesta invitaci dalla Regione Puglia in data 22 dicembre 2015 con la quale ci veniva richiesto di esprimerci  essendo portatori di interessi e di far conoscere le determinazioni in merito, nel termine di 60 giorni, lo considero un comportamento del tutto inaccettabile, che richiede una spiegazione al Consiglio Comunale oltre che alla citta’. Si è lasciato trascorrere il termine assegnato dalla legge -conclude Rotundo- senza avvertire la necessità che sulla questione si pronunciassero le forze consiliari”. Domani la vicenda è all’ordine del giorno della Commissione controllo.

Articoli correlati

Anziane mettono in fuga e fanno arrestare i ladri

Redazione

Comune di Lecce, Abaterusso: “Balletto imbarazzante”

Redazione

Imu e Tasi, le ultime 24 ore per l’appuntamento con le tasse

Redazione

Soget, riscossione illegittima? Ok ai ricorsi per i contribuenti

Redazione

Presentato a Ugento il Movimento Nazionale “La Rete dei Patrioti”

Redazione

Incendio a Copertino, auto avvolta dalle fiamme

Redazione