Politica

La coalizione lascia la maggioranza, ultimatum per Melucci

TARANTO – Dopo l’ingresso in giunta di Italia Viva e il passaggio dello stesso sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci nel Partito di Renzi, e prima dell’esito della verifica aperta in maggioranza, la coalizione lancia l’ultimatum. La richiesta, dei segretari regionali , in un comunicato, è quella di tornare al ripristino della maggioranza risultata vincitrice alle ultime elezioni e l’azzeramento dell’attuale composizione della giunta.

“Forte è lo sgomento e lo scollamento dall’entusiasmo che ci ha portato ad appoggiare l’attuale Sindaco – si legge nella nota firmata da Domenico De Santis (PD Puglia9) Leonardo Donno (M5S Puglia ) Domenico Tanzarella (PSI Puglia) Fulvia Gravame (Verdi Puglia) Michele Boccardi (CON Puglia).

In poco meno di 18 mesi la Giunta comunale ha subito decine di cambi, il trasformismo e i cambi di casacca sono stati numerosi. Abbiamo assistito ed assistiamo ad un teatrino deprimente, discussioni false sul programma mentre oramai il maggior partito della coalizione è diventata la forza che ha come leader l’ex Presidente del Consiglio che negava il problema ambientale a Taranto ed è stato fautore dell’introduzione dello scudo penale e dei decreti cheimponevano l’apertura dello stabilimento ILVA in barba alle salvaguardie minime tutele ambientali e sanitarie. Senza contare che oramai gli esponenti che abbiamo battuto nelle urne e non avevano partecipato al nostro progetto iniziale sono parte integrante di questa coalizione egemonizzandone il peso politico”.

Il comunicato sembra un vero e proprio ultimatum per il sindaco Melucci, al quale viene richiesto di tornare alla compagine eletta nel giugno 2022. Una possibilità, dunque, prima dello strappo, ma se ne saprà di più nelle prossime ore.

Articoli correlati

Fitto anticipa Berlusconi e lascia F.I.. Il Cavaliere: “Faccia ciò che vuole”. Venerdì sarà a Lecce

Redazione

Referendum Ztl, Perrone scrive a Presidenti Tar e Ordine avvocati per comporre commissione

Redazione

Consiglio regionale, boom di visite fiscali troppi in malattia?

Redazione

Tap, Russo: “Individuiamo zona compatibile. Sino ad oggi mai stati convocati intorno a un tavolo”

Redazione

“Un grande uomo”: il cordoglio a più voci

Redazione

Il Piano Silletti finisce al vaglio dell’avvocatura regionale

Redazione