EventiSport

Lecce, in una lettera a Corvino i motivi del no di Maksimovic

LECCE – (Tonio De Giorgi) Adesso il Lecce deve cambiare obiettivo. Maksimovic non giocherà con la squadra giallorossa. Corvino e Trinchera avevano puntato sul difensore del Genoa per rinforzare la difesa. Quando si attendeva la fumata bianca è arrivata quella nerissima. Trattativa bruciata, saltata.

STELLA ROSSA – Il difensore serbo pare abbia scelto la Stella Rossa.  Anche per motivi familiari. Tornerebbe  in patria,  nella gloriosa squadra di Belgrado dove  difenderà pure il posto in Nazionale.

LA LETTERA – Maksimovic ha scritto una lettera a Corvino ringraziandolo per l’interesse dimostrato nei suoi confronti e spiegando i motivi che lo hanno portato a fare una scelta diversa da quella che ormai sembrava una destinazione certa. Un gesto che Corvino avrà gradito anche se il dispiacere è tanto per la mancata conclusione dell’affare. Tuttavia Corvino non si abbatte, ne avrà vissute tantissime di situazioni simili e guarda già avanti.

Un contropiede inatteso per Corvino e Trinchera, i quali avevano puntato su un calciatore maturo, che avrebbe portato in dote un pesantissimo bagaglio di esperienza.

La retromarcia di Maksimovic è la prova che nel calcio e soprattutto durante il mercato nulla è scontato. Forse l’entourage del calciatore e il diretto interessato già da giorni avevano iniziato ad avere qualche ripensamento, ma avevano continuato a tenere   calda pure la pista Lecce.

Sul fronte giallorosso, incassato a quanto pare il sì del calciatore, restava da superare l’ingaggio del centrale difensivo. E il dialogo con il Genoa sembrava ben avviato e prossimo alla conclusione.

Ora Corvino e Trinchera dovranno cambiare obiettivo. Quasi certamente c’è un piano B che metteranno in atto da subito e con il più assoluto riserbo.

A Baroni occorrono altri due centrali: un titolare e un’alternativa valida. In questo momento l’allenatore giallorosso dovrebbe affidarsi eventualmente come alternativa a Calabresi provato spesso in quella posizione durante il ritiro di Folgaria. Ma il difensore romano sembra destinato a partire così come Simic, centrale difensivo anche lui sul piede di partenza.

Articoli correlati

PRIMAVERA 1, il Lecce domani a Sassuolo, Grieco ne convoca 20

Redazione

Il Banzi premia le sue eccellenze con la borsa di studio “Roberto Bruno”

Redazione

Poker del Lecce contro l’Akragas: al via del Mare termina 4-1

Redazione

Lecce, Benassi: “Non c’è un calo atletico”

Redazione

Mobbing sul lavoro: dalla Provincia una guida per combattere il fenomeno

Redazione

Caso Cucchi: vicinanza alla sorella dagli Ultrà Lecce

Redazione