Cronaca

Santa Caterina: centinaia di giovani assembrati senza distanziamento tra i tavolini. Chiuso un locale

SANTA CATERINA – Gli Agenti del Commissariato di Nardò insieme al personale della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Lecce, hanno proceduto ad elevare sanzione amministrativa, nei confronti del titolare di un pubblico esercizio in località Santa Caterina per violazione della normativa prevista per la prevenzione del contagio al Covid-19.
In particolare poco dopo la mezzanotte , gli agenti impegnati nei controlli straordinari previsti per il fine settimana, hanno riscontrato che veniva diffusa musica ad alto volume oltre l’orario consentito delle 24:00, tramite consolle con Dj e la presenza di centinaia di giovani che non rispettavano le distanze interpersonali, molti dei quali senza mascherina. Inoltre il proprietario non aveva rispettato il previsto distanziamento nel collocare i tavolini.
Al titolare del pubblico esercizio è stata contestata la violazione della normativa anti-Covid, con l’applicazione della sanzione amministrativa di 400,00 euro, oltre alla sanzione accessoria della chiusura immediata dell’attività per la durata di 5 giorni.
Si sta valutando la posizione amministrativa del Dj che al momento del controllo non ha fornito agli Agenti la prevista licenza rilasciata dalla SIAE.

Articoli correlati

Ugl: ”Sgm sempre in attivo, diano dignità ai lavoratori”

Redazione

Sulla scogliera spuntano 9 kg di marijuana: ad accorgersene una ricercatrice

Redazione

Cellino San Marco, la società civile reagisce agli attacchi della criminalità

Redazione

Morte Emanuele Rizzo, si attende esito esami tossicologici ed istologici

Redazione

Il Governo rilascia la nuova Aia all’Ilva

Redazione

Lemma scrive a Tafaro per salvare il Paisiello

Redazione