Sport

Sabato per il Lecce inizia il tour de force

LECCE – Sabato 12 dicembre alle ore 14:00 col fischio d’inizio della gara con il Frosinone, inizia il tour de force per il Lecce che fino al 4 gennaio dovrà giocare ogni tre giorni.

Martedì 15 i giallorossi fanno visita alla Salernitana, poi sabato 19 ricevono il Pisa, e il 22 vanno a Ferrara per giocare con la Spal, il 27 ospitano il Vicenza e il 30 giocano in trasferta col Cittadella, mentre lunedì 4 gennaio al Via del Mare arriva il quotato Monza.

Sette partite calde, caldissime, ed i risultati potrebbero determinare il futuro della squadra di Corini che dovrà allenare oltre al fisico e alla tattica anche la testa e gli entusiasmi.

Serviranno nervi saldi e piedi per terra.

Primo ostacolo dunque il Frosinone che ha 19 punti in classifica proprio come il Lecce.

La squadra di Nesta ha collezionato 6 vittorie, 3 sconfitte ed un pareggio in queste prime dieci gare, ha segnato 11 gol e ne ha subiti 9.

I ciociari hanno qualche difficoltà, si allenano in differenziato Capuano, Volpe e Luciani. Mentre Baroni, Ariaudo e D’Elia proseguono con le terapie.

Hanno recuperato Gori, Curado e l’ex giallorosso, amatissimo dai tifosi salentini, Tabanelli che sicuramente sarà tra i convocati, da valutare poi il suo impiego dall’inizio.

In casa Lecce invece c’è qualche affanno in difesa: da segnalare il problema muscolare di Dermaku, che in allenamento si è fermato dopo aver sentito un fastidio alla coscia destra. Da valutare le sue condizioni. Così com’è da valutare la condizione di Adjapong dopo la distorsione alla caviglia, anche se non ci sono fratture e dunque potrebbe anche essere abile e arruolabile.

Calderoni invece ha superato la noia al ginocchio e dovrebbe prendere posto sulla sua fascia, la sinistra, mentre Zuta potrebbe giocare a destra se non dovesse farcela Adjapong.

Per il resto, Dermaku a parte, il mister di Bagnolo Mella ha solo l’imbarazzo della scelta ed un attacco atomico con Massimo Coda in testa alla classifica dei marcatori.

Lecce-Frosinone sarà una gara interessante e stimolante, un testa a testa, gomito a gomito, a deciderla potrebbe essere un episodio, ci sono tutti i presupposti per assistere ad una bella lotta sportiva.

M.Cassone

Articoli correlati

Primavera 1 – Corvino e Trinchera incontrano Cristian Nikolaev Pehlivanov

Redazione

Lecce, Corvino e Trinchera al lavoro per Gotti. Visite mediche per Pierret

Carmen Tommasi

La telenovela continua: benvenuti in casa Brindisi

Redazione

HDL Nardò, ancora insieme a Dalmonte

Massimiliano Cassone

Taranto, stand-by su tutti i fronti

Francesco Friuli

Lecce Primavera, il saluto di mister Coppitelli

Redazione