Politica

Lecce 2017 e la partita a scacchi tra le componenti del Partito Democratico

LECCE- De Castro, Stefano, Foresio, Blasi, Marra, Sticchi solo per fare qualche nome del ballo interno al partito democratico per individuare il candidato sindaco per Lecce 2017. In realtà la disputa si gioca sui rapporti di forza delle varie componenti interne. Trovare una sintesi per non esser deboli nella trattativa anche con il resto della coalizione. Chi ha tentato di chiudere la partita su alcuni nomi prestigiosi, non ha portato a casa, per ora, alcun risultato. Gli avvocati Sticchi Damiani hanno detto no grazie, l’eurodeputato Paolo de castro sorridendo ha fatto chiaramente comprendere il maggior interesse per Bruxelles, il senatore ex vendoliano, Dario Stefano, per ora fermo Sul suo ruolo di parlamentare mentre gli interni Foresio, Marra e Blasi pronti a concorrere anche utilizzando le primarie. La realtà però è un’altra.

Blasi pone la sua candidatura per la sua battaglia interna al partito, Marra in un’incoronazione dal gruppo di maggioranza del segretario avallato dal consigliere regionale Abaterusso e Foresio pronto a correre ma senza la frenesia da “candidite”.

La resa dei conti definitiva non prima di settembre ma la linea predominante passerebbe dalla scelta di un candidato esterno per aggregare al di là dei partiti come rivendicato dall’onorevole Rotundo ai nostri microfoni. Posizione, quella dell’ex deputato, solo apparentemente simile a quella di Loredana Capone circa la necessità di un nome non legato alla nomenclatura in quanto i due giocano due partite diverse. Il primo una soluzione che apra il partito alla società, la seconda che il papabile candidato sia sua espressione al di là delle schematizzazioni del Pd. Partita lunga, quella nel Pd e tra i partiti e le civiche di centrosinistra, partita che per qualcuno dovrebbe segnare una ipotesi di supremazia interna e per altri un freno alla “ditta”, viene così chiamato il raggruppamento che governa Lecce e la provincia.

Articoli correlati

Gasparri: “Telerama racconta la verità. Emiliano ha dato incarico a Stefanazzi di intimidire la Prefettura”

Redazione

Incontro segreto di Emiliano a Lecce: la Poli presenta un esposto in Procura, i Dem vanno dal Prefetto

Redazione

Ballottaggio, incontro “segreto” con vertici Asl e dirigenti medici

Sergio Costa

Centrodestra: “Emiliano chiama alle armi i primari della Asl pro Salvemini”

Sergio Costa

Mrs, due importanti ingressi a Bagnolo del Salento: il vicesindaco Matteo Cutazzo e Martina Cutazzo

Redazione

Poli-Salvemini: i comizi di chiusura in piazza Sant’Oronzo

Sergio Costa