Cronaca

Ruba una borsa in tribunale, incastrato dal gps del tablet

LECCE- Ruba una borsa ad un avvocato, all’interno dei locali della Corte di Appello Civile di Lecce, in via Brenta. Poi, però, viene rintracciato grazie al gps del tablet contenuto all’interno: per questo è finito ai domiciliari Giuseppe GRECO, 57 anni, domiciliato a Surbo, già noto alle forze dell’ordine. È stato proprio il sistema gps a portare i carabinieri sulle sue tracce, lungo varie strade in città, fino a via della Libertà, dove l’uomo è stato raggiunto dai militari, che lo hanno sorpreso all’interno di uno scantinato. A guidare le operazioni di recupero del tablet e della borsa ci ha pensato anche la vittima che è stata deruba:  il legale Luciano Ancora.

Greco, dopo aver tenuto per sé il tablet, aveva ceduto la borsa del professionista ad un suo conoscente, G.B.A., 61enne suo compaesano, che ha ricevuto una denuncia per ricettazione: tra l’altro, ha consegnato sì la borsa, ma senza i fascicoli di lavoro contenuti all’interno.

Articoli correlati

Fiamme gialle: bilancio attività svolta in provincia

Redazione

Attentato alla Morvillo Falcone, il Riesame rigetta il ricorso di Vantaggiato

Redazione

Cuccioli precipitano nella cisterna: salvati in extremis dai vigili del fuoco

Redazione

Rubano cancello e tombini da Acque Chiare, arrestati due giovani

Redazione

Controlli sul lavoro: sorpresi 50 lavoratori in nero. Pioggia di denunce

Redazione

Bomba al Maresciallo, controlli a tappeto

Redazione