Politica

Regionali centrosinistra: Minervini lascia il Pd, in lista con La Puglia in più

BARI-Se dovesse diventare Ministro il centro sinistra si troverebbe nelle stesse condizioni del centro destra ma Emiliano smentisce tutto e conferma: rimarrò in Puglia.

La categoricita del candidato presidente, secondo molti, è perché non si fida ormai del Premier Renzi. L’ex Sindaco avrebbe detto: “Non mi ha voluto Ministro alla nascita del suo Governo, non mi ha nominato sottosegretario, mi ha tolto il posto di capolista alle europee, ha tentato in tutti i modi di convincere, per la candidatura alla regione, un suo amico imprenditore, non credo ora mi voglia al posto di Lupi, tra parentesi ancora in sella alle Infrastrutture malgrado lo scandalo Incalza”.

Sarebbe questa la motivazione per cui Michele Emiliano non ha abboccato alle notizie romane. E mentre da Roma rimbalzano aggiornamenti e smentite, una certezza è legata alle scelte dell’assessore alla trasparenza della Giunta Vendola.

Guglielmo Minervini lascia il Pd ed approda nella lista del senatore Dario Stefano già suo sfidante, insieme a Michele Emiliano, nelle primarie dello scorso 30 Novembre. Se Minervini trainerà con se anche altri consiglieri democratici non è ancora prevedibile, di certo si conterà avendo una visione differente rispetto alla segreteria regionale ancora in mano al Candidato Emiliano.

Articoli correlati

Il neo Presidente Pagliaro: “Il Palazzo sia una casa di vetro”

Redazione

Giornata nazionale in memoria di Tito Schipa: presentata proposta di legge

Redazione

Emiliano elogia Grillo. E Blasi si infuria. Cassano: “Non è scontata l’alleanza con Fitto”

Redazione

Regionali, su Telerama l’ultimo confronto tra i 7 candidati presidente

Redazione

Congresso Forza Italia, Mazzotta acclamato nuovo coordinatore provinciale

Redazione

Pagliaro: “La Provincia pensi a nuovi spazi da adibire a classi scolastiche”

Redazione