Politica

“I politici parlano solo delle loro candidature, noi pensiamo a un progetto per il Salento del futuro. Il Consiglio delle Autonomie ascolti la proposta riformista del M.R.S.”

Ci siamo accorti che non basta nemmeno la gravità del momento economico che stiamo attraversando per dare una scossa ai nostri rappresentanti istituzionali. Ci chiediamo allora cosa serva per stimolare un dibattito utile sul Salento e sul futuro di questa terra…?

C’è solo un silenzio assordante che deve farci preoccupare perché così rischiamo di affondare. Non si parla di futuro, se non di quello politico del Presidente della Provincia di Taranto Florido o dei nostri parlamentari o di tutti quelli che vogliono trovare, come nel gioco dei quattro cantoni una nuova, collocazione magari su qualche poltrona barese o romana.

Una cosa vergognosa!

A Brindisi, il dibattito politico si concentra sugli attacchi personali sui rapporti con Enel del Presidente Ferrarese o sul suo futuro politico a Bari o a Roma e non si percepisce niente del futuro di questo territorio dopo la decisione di cancellare la Provincia di Brindisi per accorparla a quella di Taranto.

Proprio a Brindisi e da Brindisi, in primis, dovrebbe alzarsi il grido di allarme.

Invece il nulla, silenzio assoluto. Si è arreso Ferrarese e si sono arresi i Brindisini?

Come è possibile che di fronte a quello che sta avvenendo in tutto il Salento, con manifestazioni di protesta a difesa del lavoro non ci sia nessuno che senta il dovere di programmare un futuro con nuove idee e nuovi progetti?

Quando si sveglieranno i nostri politici? Quando capiranno che l’unica soluzione è quella presentata dal Movimento Regione Salento? Quando si inizierà a pensare alla nostra gente sempre più spaventata dalla persistenza di una crisi devastante?

Chiediamo ufficialmente audizione al Consiglio delle Autonomie e lo facciamo insieme al Presidente della Provincia di Bari Schittulli, promotore del progetto della Regione Federiciana, per esporre compiutamente la nostra idea riformista, senza se e senza ma, per dare una speranza e un futuro a questa terra, condannata dalle politiche centralistiche baresi e dal silenzio dei nostri governanti a diversi livelli.

Se c’è qualcuno che vuole arrendersi noi del Movimento Regione Salento non siamo fra quelli che getteranno la spugna, fino al raggiungimento dell’unico obiettivo possibile.

 Paolo Pagliaro

Presidente Movimento Regione Salento

Articoli correlati

Provinciali, il coordinatore di Forza Italia: Salvemini perde pezzi, Mellone ha tradito

Redazione

Ballottaggi, affluenza in calo: Lecce chiude con il 52,72%. Taranto con il 32,87 %

Redazione

Torna oggi “Nero su Bianco”, l’editoriale di Giuseppe Vernaleone

Redazione

Giornata conclusiva per “Lecce è il suo mare”: la rigenerazione parte dall’ascolto

Redazione

Trivelle? Non con la tecnica air gun, il governo la vieta: primo sospiro per il Salento

Redazione

La sfida di Congedo: in 150 giorni uscire dal pre-dissesto

Redazione