Maggio salentino: i turisti entrano nelle case dei leccesi

LECCE- Arte, cultura, enogastronomia, ma anche e soprattutto Xenialedi, una originale iniziativa di accoglienza per far conoscere tradizioni e stile di vita dei leccesi. Tutto questo sarà il “maggio salentino”, la rassegna che per i quattro fine settimana del mese si propone di valorizzare le risorse del capoluogo e della provincia in un periodo che apre all’ormai consueto boom di presenze sul territorio legato alla stagione estiva e all’attrattività delle marine. 

L’evento, che porterà i turisti a visitare e a beneficiare di una serie di iniziative fra il capoluogo, Otranto, Martano, Nardò, Cavallino, Galatina, Carpignano, Muro leccese, Gallipoli, Specchia , Giurdignano e San Cesario è dell’associazione CELESTASS con il Patrocinio del Comune di Lecce, della Provincia e dell’Università del Salento.

Una chiave per destagionalizzare e consentire di conoscere i costumi del territorio attraverso, appunto, l’iniziativa Xenialedi, – Premio all’accoglienza della Città barocca che permetterà ai turisti di entrare nelle case dei leccesi per conoscerne più da vicino lo stile di vite. Il nucleo salentino che vorrà aprire le porte della propria casa ai turisti dovrà fare esplicita richiesta agli organizzatori e proporre un breve programma a beneficio degli ospiti. Condizione particolare e tesa a preservare l’autenticità dell’accoglienza: il pasto dovrà essere cucinato in ambito familiare, senza ricorrere a catering. Il senso della novità nel segno dell’accoglienza nelle parole dell’assessore al Turismo del Comune di Lecce, Coclite.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*