AmbientePolitica

Fermo pesca ricci, pressing di Pagliaro in Regione: “decreto attuativo, ristori e sanzioni”

PUGLIA – “Per la piena attuazione della Legge occorre un regolamento o quantomeno una delibera di Giunta regionale che specifichi le sanzioni per i trasgressori“. È quanto ha sollecitato nelle scorse ore al Governatore Emiliano il consigliere regionale Paolo Pagliaro, proponente e primo firmatario della Legge sul fermo pesca dei ricci di mare per tre anni, approvata il 28 marzo scorso e sottoscritta dallo stesso Presidente della Regione e da 48 consiglieri.

La Legge – frutto del confronto con il mondo scientifico, pescatori, ristoratori e ambientalisti – è in vigore dal 5 maggio scorso. La Regione è attualmente impegnata a difenderla dall’impugnativa del Governo Centrale. Intanto con i suoi dettami ha sortito sin da subito effetto.

È stato il comandante della Capitaneria di Porto di Gallipoli, l’uscente Pasquale Vitiello, a certificarlo per primo: ad un mese dall’entrata in vigore e a parità di controlli rispetto all’anno precedente, nessun pescatore è stato pizzicato con “le mani nel sacco”. “Un primissimo bilancio già di per sè emblematico dell’effetto deterrente della Legge” spiegò Vitiello, Legge che punta a salvare una specie ormai in estinzione, con pescherie e ristoranti locali che già da tempo – hanno raccontato – si rifocillavano di ricci soltanto dall’Estero.

Sulla necessità di tutelare l’ormai sempre più raro riccio di mare, da cui dipende il prezioso equilibrio di un intero ecosistema marino, anche il comandante regionale delle capitanerie di Porto, l’ammiragio Vincenzo Leone, non ha alcun dubbio: “siamo pronti – dice- a fare la nostra parte per l’intento molto importante che la norma si propone, quello di salvare la risorsa ricci, tanto imporante quanto depauperata. È chiaro che una legge di divieto – aggiunge – deve essere accompagnata da un decreto attuativo“. Necessità, questa, indiscussa e urgente, per la quale il consigliere ha appunto sollecitato la Regione proprio nelle scorse ore, perché la Legge possa raggiungere il massimo effetto, salvando ricci ed ecosistema.

Articoli correlati

La Tari delle polemiche, il sindaco: “Adesso voglio vederci chiaro”

Sergio Costa

Gemmato: “il Governo impugnerà la legge pugliese su vaccino Hpv”

Redazione

Brindisi, Fratelli d’Italia resta in maggioranza

Mimmo Consales

Il sindaco istituisce un tavolo permanente per lo sviluppo della città

Barbara Magnani

Discarica di Micorosa: le preoccupazioni di Legambiente

Andrea Contaldi

Legge Autonomia differenziata, VII Commissione dice No a referendum per abrogarla

Redazione