Sport

Lecce in campo dopo Spezia e Verona. I giallorossi devono gestire la pressione

LECCE – Nella peggiore delle ipotesi il Lecce scenderà in campo domenica contro la Sampdoria con soli due punti di vantaggio sul Verona. E in quartultima posizione. Questo accadrà se lo Spezia domani batterà la Lazio e se sabato l’Hellas Verona dovesse sbancare il Maradona di Napoli.

Nella migliore delle ipotesi, invece, i giallorossi potrebbero scendere in campo con le attuali distanze in classifica. Questo significa che Spezia e Verona avranno fatto dei passaggi a vuoto. E quindi la squadra leccese potrà migliorare la propria posizione da 1 a 3 punti.

Di mezzo ci sarà una Sampdoria che vorrà vendere cara la pelle.

Il Lecce è obbligato a svoltare per non complicare una stagione che si era messa su binari favorevoli. E lo è ancora a patto che contro i blucerchiati i giallorossi tornino a fare punti.

Per la sfida alla squadra di Stankovic il tecnico Baroni ha tutti a disposizione ad eccezione di Pongracic comunque rientrato in sede dopo l’intervento alla caviglia destra che lo ha messo fuorigioco durante la pausa per i Mondiali in Qatar.

La difesa davanti a Falcone sembra disegnata con Gendrey e Gallo esterni, Baschirotto e Umtiti centrali .

A centrocampo il rientro di Blin costringe Baroni a fare delle riflessioni: il francese sembra essere il calciatore che garantisce un certo equilibrio. Pertanto il ballottaggio sembra essere fra Maleh e Gonzalez con il centrocampista spagnolo che potrebbe partire dalla panchina.

In attacco, invece, Colombo e Ceesay si contendono il posto da titolare. Sulla corsia esterna destra Strefezza partirà dall’inizio. A sinistra toccherà probabilmente a Di Francesco. Con Oudin che scalpiterà fino all’ultimo per scendere in campo dal primo minuto.

 

Articoli correlati

Primavera 1 – Corvino e Trinchera incontrano Cristian Nikolaev Pehlivanov

Redazione

Lecce, Corvino e Trinchera al lavoro per Gotti. Visite mediche per Pierret

Carmen Tommasi

La telenovela continua: benvenuti in casa Brindisi

Redazione

HDL Nardò, ancora insieme a Dalmonte

Massimiliano Cassone

Taranto, stand-by su tutti i fronti

Francesco Friuli

Lecce Primavera, il saluto di mister Coppitelli

Redazione