Zollino, mancata convocazione della Commissione ambiente e Salute: due consiglieri scrivono al sindaco

minerva

ZOLLINO – “Con la presente nota denunciamo la mancata convocazione della Commissione “Ambiente e Salute”, dopo 18 mesi dall’insediamento del Sindaco, proclamato il 27 maggio 2019”.

A Zollino, i consiglieri di minoranza Paolo Pellegrino, Movimento Regione Salento, e Paolo Catalano, “Pame Zollino”, scrivono al sindaco.

“Questa Commissione, costituita il 29 febbraio 2016, in passato ha orientato la propria attività in via generale verso la prevenzione e cura della salute e ambienti pubblici, occupandosi di varie problematiche più vicine alla sensibilità della propria cittadinanza (valutazioni ambientali riferite a: radon, amianto ecc.).

In particolare possiamo ricordare la vertenza Colacem (cementificio di Galatina) e il progetto “GENEO” (valutazione ambientale sui rischi di neoplasie). Al netto dei temi già trattati in questa fase di straordinaria emergenza Covid-19, il comportamento del Sindaco è divenuto incomprensibile, inqualificabile e intollerabile.  È evidente che, non permettendoci di svolgere le nostre funzioni, si lede di fatto il diritto dei cittadini di partecipare alla vita amministrativa/sociale, quanto mai fondamentale in questo momento.  Malgrado molteplici inviti, sollecitazioni, proposte e dimostrazioni di collaborazione, la Commissione non si è mai insediata.

È paradossale, pertanto, che per essere credibili nei confronti dei cittadini zollinesi, nonché scevri da responsabilità per inadempimenti del Sindaco, abbiamo dovuto, formalmente, rinunciare alla rappresentanza nella Commissione “Ambiente e Salute”, con giusta comunicazione al Consiglio Comunale del 12/11/2020 e allo stesso tempo, abbiamo denunciato il problema alla Prefettura di Lecce”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*