Cronaca

Le file alle poste ai tempi della crisi: un’offerta libera per cedere il posto

TREPUZZI- In tempi di crisi, si sa, si farebbe di tutto (o quasi) per arrotondare e portare a casa qualche spicciolo in più. Così alcuni pensionati salentini, negli ultimi mesi, sembra che si siano ingegnati per inventarsi un nuovo lavoro per arrivare a fine mese: cioè, fare la fila almeno due ore prima dell’apertura degli uffici postali per poi cedere il posto a parenti, amici o vicini di casa per pochi euro. A Trepuzzi e in altri comuni la tendenza degli ultimi mesi sembrerebbe questa: anziani ultra settantenni che si recano all’alba a fare la coda presso le Poste per poi cedere il proprio posto in cambio di un obolo volontario. I giorni più gettonati sembrerebbero essere i primi del mese, quando viene pagata la pensione sociale o d’invalidita

“Anche noi anziani- afferma uno dei pensionati in fila- dobbiamo inventarci qualcosa per non morire di fame, pagare le bollette di luce e gas e pagarci le medicine se vogliamo curarci quando non stiamo bene”.

Articoli correlati

Un chilo di cocaina e sei di marijuana: due francavillesi finiscono in carcere

Redazione

Parco Corvaglia, inciviltà e cani che si azzannano: “Si usino i soldi per il recupero”

Redazione

Devastante incendio nel vivaio, distrutte due serre

Redazione

Scontro Arpa-Provincia, Durante: “Giunta Gabellone superficiale”

Redazione

Si dà alla fuga dopo incidente, denunciato 33enne

Redazione

Un mutuo per i 280 incroci fuorilegge, ma a pagare saranno i cittadini

Redazione