Cronaca

San Pietro Vernotico, torna libero il “capo” della presunta frangia di affiliati alla Scu

SAN PIETRO VERNOTICO -Torna libero, in attesa del secondo grado del processo, Lucio Annis, il “capo” della presunta frangia di affiliati alla Scu di stanza a San Pietro Vernotico.

I fatti risalgono al 2009. Annis era sottoposto a custodia cautelare nell’ambito del procedimento “Last Minute” in cui risponde di associazione per delinquere di stampo mafioso. Lui è  ritenuto il numero uno degli “Spennati”, capo e promotore della Scu, il referente per il gruppo Penna-Pasimeni.

Eliminato con un paio di “blitz”,  questo gruppo, stando alle indagini, aveva preso in mano la gestione dei traffici illeciti gli “amici” di Raffaele Renna, detto Puffo, referente invece del clan capeggiato da Francesco Campana, poi coinvolti nell’inchiesta Game Over del 18 novembre 2013.

Annis era stato condannato a 3 anni e 4 mesi di reclusione in primo grado, al termine di un processo con rito abbreviato, ma ora è tornato libero  su istanza del suo difensore. In attesa del verdetto di secondo grado che, tra vari rinvii, non è ancora stato pronunciato. La prossima udienza è prevista per il 4 giugno.

 

 

Articoli correlati

Il Silenzio degli Innocenti, da Palazzo Carafa ancora alcuna risposta su alienazioni e ritardi

Redazione

Scontro tra furgoni: un ferito incastrato tra le lamiere

Redazione

Melpignano: dopo ore di apprensione, ritrovato il 49enne scomparso

Redazione

Torchiarolo, Legambiente bacchetta l’Arpa

Redazione

Rapinò l’Eurospin di Nardò: 2 anni in abbreviato

Redazione

L’Ecomobile accende i motori, obiettivo: tutelare l’igiene urbana

Redazione