Sfratti, Pd e Noi ci siamo: “Politica collabori, serve aiuto di tutti”

Sfratti alla zona 167, parla l’avvocato delle famiglie Marcello Cafueri che lancia un appello: “La politica e le istituzioni collaborino per aiutare anziani e bambini”. Il Mab provoca: “Non possono vivere nei box”

sfratto

FRANCAVILLA- Lanciare un appello a tutte le forze politiche del territorio, a tutte le istituzioni, a chiunque, in buona sostanza, voglia aiutare il commissario prefettizio nel trovare una soluzione finalizzata a superare l’emergenza sfratti in zona 167 a Francavilla Fontana. Nell’incontro organizzato dalla lista civica Noi Ci Siamo, tenutosi presso il caffè Nausica di via Roma, l’avvocato Marcello Cafueri, nella doppia veste di legale di alcune delle famiglie e di segretario cittadino del Pd, analizza la vicenda sotto l’aspetto tecnico, richiamando problematiche di natura amministrativa, che porterebbero il Comune di Francavilla ad incappare in sanzioni piuttosto pesanti, e quella più strettamente umana.

Da qui, la richiesta, meglio l’appello, lanciato a tutta la politica e alle istituzioni. Un appello che ha trovato sponda proprio tra i ragazzi di Noi ci Siamo, il movimento civico che sostiene Maurizio Bruno e coordinato dal giovane Antonio Camarda

L’emergenza sfratti, insomma, continua a tenere banco. E dopo i primi due sgomberi, l’allarme è per il prossimo venerdì, quando toccherà ad altre due famiglie. Già presentata istanza di proroga. Mentre sono in tanti, nella Città degli Imperiali, a chiedersi i perché e i percome di una situazione al limite del paradossale. Registriamo anche la posizione, tutt’altro che banale, del segretario del Mab Antonio De Francao che, durante l’incontro al Nausica, ha puntualizzato come “da cittadini dovremmo sentirci delle merdacce. Stiamo cercando di difendere un’illegalità, anche etica, che spaccia come soluzione quelle di far vivere delle famiglie all’interno di garage”.

Ennesima anomalia in una vicenda ancora tutta da scrivere.