Arresti a Taviano per droga

ARRESTI

TAVIANO – C’è anche un minorenne fra le tre persone ritenute, dai carabinieri di Casarano, responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il blitz dei militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, diretti dal Ten. Roberto Mitola, ha portato al sequestro di cocaina, denaro contante di dubbia provenienza, 260 euro circa, materiale per il confezionamento delle dosi. Tutto è stato recuperato all’interno di un garage a Taviano.

Nei guai un 36enne già noto alle forze dell’ordine, Francesco Coronese, di Taviano e Saimir Sejidini, un 21enne albanese d’origine, ma residente anche lui a Taviano, arrestati per detenzione ai fini di spaccio. Con loro vi era anche un ragazzo di 16 anni, denunciato invece a piede libero.

Tutto è partito da una serie di controlli. Ai militari infatti, non era sfuggita l’attività illecita che il gruppetto avrebbe portato avanti nella zona per diverso tempo.

Una volta conclusa l’attività investigativa, con pedinamenti, appostamenti e controlli, è scattato il blitz all’interno del garage utilizzato come laboratorio per tagliare e confezionare le dosi.

Una volta all’interno dei locali, i carabinieri hanno sorpreso i tre amici proprio mentre stavano preparando i sacchettini da smerciare. Su un ripiano di legno vi erano ancora residui di polvere bianca, una busta di cellophane con una dose pronta per essere confezionata. Altre 29 dosi, pronte per l’uso, erano custodite in un vasetto. Una volta immessa sul mercato, la cocaina avrebbe potuto fruttare fino a 1.500 euro circa.