CronacaEvidenzaLecce

Anziano ucciso in casa: il badante resta in carcere

CASTRIGNANO DEI GRECI – La Gip Valeria Fedele ha convalidato il fermo e disposto la custodia cautelare in carcere per Josan Victor, badante 35enne di origini moldave, che domenica si è reso responsabile del delitto di Fernando Monte, 80enne che accudiva da febbraio nella sua abitazione in via Trieste a Castrignano dei Greci. L’uomo ha confessato l’omicidio poco dopo, spiegando di aver ucciso l’anziano perchè infastidito dal fatto che gli stesse guardando il telefono mentre era in videochiamata con sua sorella.

“Non ho bevuto e non ho fatto uso di droghe – ha anche precisato – mi sono solo innervosito perchè ha guardato il mio cellulare”. Poi una chiosa inquietante, sulla quale pure bisognerà far luce: “Ho cominciato a sentire delle voci da almeno due settimane” ha riferito il badante.

Al margine dell’interrogatorio sostenuto dal reo confesso nelle scorse ore con al fianco l’avvocato Stefano Maggio – ricorrendo i gravi indizi di colpevolezza, il pericolo di reiterazione del reato e il pericolo di fuga – la giudice ha dunque stabilito la custodia nella casa circondariale di Lecce. Intanto domani il pubblico ministero conferirà l’incarico per effettuare l’autopsia sul corpo della vittima.

Articoli correlati

Tragico scontro in autostrada, muoiono il fratello e la cognata del prefetto di Foggia

Redazione

In Puglia nel 2023 registrati 3.643 reati ambientali

Redazione

Quando il tesoro è sott’acqua: Unisalento e la tutela del patrimonio culturale sommerso

Redazione

Lecce, il portiere Viola ceduto al Team Altamura

Tonio De Giorgi

Corsa a due per la presidenza del Tribunale

Redazione

Manca solo l’ufficialità: Pongracic ha svolto le visite mediche con la Fiorentina

Massimiliano Cassone