Sport

Il Taranto a caccia del colpo in attacco

TARANTO – Inizia la settimana di avvicinamento al debutto in campionato per il Taranto che dopo l’allenamento congiunto col Martina, oltre a tante buone indicazioni sul gioco e sul buon fraseggio in ogni zona del rettangolo verde, è uscito dal campo con una sconfitta e con la consapevolezza di sbagliare troppo sotto porta. E dunque tornano i fantasmi del recente passato quando nella stagione scorsa si creava ma si segnava poco.

A tal proposito dopo tutti gli sforzi economici per rifondare la nuova rosa, Ezio Capuano in quest’ultima settimana di mercato cercherà di portare in riva allo Jonio un attaccante di peso, un altro attaccante di peso oltre Cianci.

Il sogno del tecnico rossoblù, ma sembra inarrivabile, si chiama Salvatore Caturano ma è sotto contratto con il Potenza fino a Giugno 2025.

Gli altri nomi caldi sono quello di Federico Vazquez del Gubbio e di Alexis Ferrante in scadenza nel 2024 con la Ternana.

Il debutto sarà un affascinante derby perché il 3 settembre alla Iacovone arriverà il Foggia e la partita si giocherà alle 20.45.

Si rincorrono voci, senza nessuna ufficialità, su un possibile rinvio della gara perché per il Foggia ci sarebbe la remota possibilità di ripescaggio in serie B e il TAR si pronuncerà il 4 settembre.

In mancanza di una comunicazione ufficiale della Lega resta tutto nel recinto delle ipotesi, e dunque il Taranto deve preparare la partita senza nessun interrogativo in testa.

Dopo un’estate di ricostruzione e di nuovi progetti, il tempo stringe e domenica finalmente torna il campionato e le partite in cui i punti pesano come macigni.

Articoli correlati

Brindisi FC, passo dopo passo, organigramma quasi completo

Massimiliano Cassone

Prisma Taranto, si parte in casa con Allianz Milano

Massimiliano Cassone

Il Lecce torna ad allenarsi dopo la mattina di riposo concessa da Gotti

Mario Vecchio

Lecce, il portiere Viola ceduto al Team Altamura

Tonio De Giorgi

Manca solo l’ufficialità: Pongracic ha svolto le visite mediche con la Fiorentina

Massimiliano Cassone

A.C. Nardò ecco Calderoni e Amil

Redazione