Sport

Kaba si presenta: “Faccio gol e aiuto la squadra”. Trinchera: “Arriva Faticanti. Mercato chiuso, ma saremo vigili”

Stefano Trinchera, diesse U.S. Lecce

LECCE (di Carmen Tommasi) – Mohamed Kaba, classe 2001, è uno dei nuovi rinforzi per il centrocampo del Lecce di mister Roberto D’Aversa. Il francese ha già esordito in giallorosso nel primo match casalingo vinto 2-1 contro la Lazio, subentrando al 65° minuto, ed è stato presentato questa mattina al “Via del Mare” dal direttore sportivo, Stefano Trinchera che ha voluto anche annunciare l’arrivo di un altro mediano: “Voglio fare una precisazione. Kaba è uno dei centrocampisti, l’altro è Faticanti, che è già qui a Lecce per le visite mediche. Krstovic dovrebbe arrivare stasera per mettersi subito a disposizione qualora non ci siano intoppi. Per noi il mercato è chiuso, ma siamo sempre vigili qualora ci fosse qualche opportunità. Raggiungerò il direttore Corvino a Milano dopo la trasferta di Firenze, sicuramente non andremo a mare. Ci rivedremo dopo la fine del mercato col direttore Corvino. Kaba ha già esordito, si è messo in evidenza mostrando una parte del suo potenziale fisico. È un ragazzo –ha continuato Trinchera– che seguivamo da tantissimo tempo, non una idea dell’ultimo momento. Era attenzionato da tanti altri club, siamo ampiamente soddisfatti. Ha sottoscritto un contratto di 4 anni con opzione. Ha grande struttura fisica e tiro da fuori. È una pedina che per caratteristiche mancava nella nostra squadra”, ha concluso il diesse dei giallorossi.

ECCOLO – Il neo-arrivato parla del suo idolo e dell’emozione di aver già  esordito al “Via del Mare”: “I miei riferimenti sono Yaya Toure e Paul Pogba. “Lo stadio era pieno e i tifosi ci hanno dato grande grinta, sono stati decisivi contro la Lazio. Ero in contatto con molte squadre, ma ho scelto Lecce perché mi vedo bene nel progetto. È una squadra che sta crescendo molto. Il numero 77? Una scelta che rappresenta il codice della provincia in cui sono cresciuto, Seine et Marne. Un dipartimento francese della regione Ile de France”.

LE CARATTERISTICHE E IL MISTER – Poi, dice la sua anche sulle sue caratteristiche e parla di mister D’Aversa: “Fisicamente sono pronto. Faccio il giocatore box tu box. Faccio gol e aiuto la squadra. Mister D’Aversa Sa bene dove portare la squadra. Ti trasmette fiducia”

IL GRANDE “SAMU” – Non poteva mancare una breve parentesi sul connazionale Samuel Umtiti, ormai ex giallorosso: “Qui si è rilanciato. Il suo trasferimento è stato importante anche per lui, è cambiato il suo percorso. Sono qui perché Lecce mi permette di crescere. Non conosco una parola di italiano, ma i compagni francesi mi stanno aiutando. Gendrey mi ha parlato della squadra e sto scoprendo la lingua”.

IL RUOLO – A chi gli chiede se preferisce il centrocampo a due o a tre, risponde così: “Per me è uguale. È indifferente giocare a 2 o a 3, voglio solo far crescere la squadra”.

 

Articoli correlati

Lecce, Pongracic a Rennes per le visite mediche. Ecco i convocati per il ritiro

Massimiliano Cassone

Lecce, problema cardiaco per Gonzalez che non parteciperà al ritiro

Massimiliano Cassone

New Basket Brindisi: arriva Arletti

Massimiliano Cassone

Il Lecce e la sua maglia profumano di Salento

Massimiliano Cassone

Nardò Basket, Andrea Pasca vive nel ricordo di chi lo ha amato

Massimiliano Cassone

Brindisi FC, parola d’ordine: guardare avanti. Definito lo staff tecnico

Redazione