Attualità

Longo (Cia): consorzi di bonifica? Ne servono due

SALENTO – Non si placa il dibattito sui Consorzi di Bonifica che continuano a chiedere, o meglio dire, a pretendere il pagamento delle cartelle a fronte di servizi mai erogati. A partire dal prossimo anno nascerà il Consorzio unico Centro-Sud Puglia, uno start senza il debito attuale di oltre 150 milioni di euro e con lo scoglio del famigerato tributo 630 da superare. Nel frattempo sono in emissione le cartelle 2022 e 2023. Un’ipotesi, tuttavia, che non basta a rasserenare gli animi.

La situazione resta difficile. Gli agricoltori sono sul piede di guerra, pronti a rivendicare le loro ragioni. Dopo il sit in di protesta dei giorni scorsi davanti alla prefettura di Lecce potrebbero essere attuate altre forme di protesta per provare a scongiurare un balzello che appare del tutto iniquo.

Articoli correlati

Parcheggi, prenotazioni e appeal della città bella: oggi tavolo tecnico straordinario

Redazione

Fdi: “Inchiesta Covid è il fallimento della gestione della pandemia. Emiliano chieda scusa”

Redazione

In Puglia nel 2023 registrati 3.643 reati ambientali

Redazione

Corsa a due per la presidenza del Tribunale

Redazione

Lecce, riapre alla circolazione via Vito Carluccio

Redazione

Tangenziale Est, arriva il primo dei due nuovi autovelox

Erica Fiore