Sport

Trinchera a Piazza Giallorossa: “Obbiettivo migliorarci. Mercato? Siamo vigili”

LECCE – Il Lecce può essere considerato la vera sorpresa del campionato di serie A perché essendo la squadra più giovane, costruita con la forza delle idee, riuscendo a mantenere i conti in ordine, è arrivata alla sosta mondiale senza essere stata mai in posizione pericolosa ed ha 15 punti, staziona al 16° posto, ed ha quattro squadre sotto. Però ha ampi margini di miglioramento e per una serie di circostanze sfortunate, tra cui degli evidenti errori arbitrali, ha meno punti di quelli che meriterebbe.

Ne ha parlato a Piazza Giallorossa il direttore sportivo giallorosso Stefano Trinchera:

“Noi abbiamo il dovere di migliorarci perché il campionato è lungo, imprevedibile e impegnativo, tutte le altre squadre faranno un girone di ritorno come lo faremo noi, con lo stesso presupposto, quello di andare avanti e migliorarsi, non è semplice perché noi abbiamo un gruppo di giovanio ma siamo consapevoli di quello che dobbiamo fare e siamo pronti a tutto per salvaguardare la nostra squadra e c’è un lavoro dietro che parte da lontano. Quest’anno ci siamo presentati così, con molto scetticismo, abbiamo puntato su ragazzi che si approcciavano per la prima volta alla serie A però noi siam ostati sempre convinti di puntare su un gruppo solido che aveva le potenzialità e i numeri lo testimoniano. Noi fino ad ora abbiamo raccolto meno rispetto a quello che avremmo meritato, questo lo evidenzierei, non per fare vittimismo ma spesso siamo stati penalizzati da torti arbitrali. Non ci sentiamo appagati perché non abbiamo fatto ancora nulla, dobbiamo ripartire più forti di prima col lavoro, senza fantasticare col mercato, il nostro obiettivo è migliorarci, solo quello può farci raggiungere i risultati”.

Sull’imminente apertura del calciomercato di riparazione non si sbilancia ma spiega che la società sarà pronta e non si farà trovare impreparata:

“Solitamente il mercato di gennaio è complesso e privo di soluzioni interessanti, poi noi partiamo da un presupposto che è quello di puntare su un gruppo che ci segue e ci sta dando soddisfazioni; ovvio che siamo vigili sul mercato, se ci dovesse essere qualche opportunità compatibilmente con le nostre possibilità cercheremo di coglierle al volo. Non c’è però l’esigenza di intervenire. La differenza non la deve fare l’inserimento del singolo ma il lavoro quotidiano. Questo gruppo ci sta dando soddisfazioni, però può dare ancora tanto; ed è solo con il lavoro che si può andare avanti, tanto campioni noi non possiamo prenderne”.

Articoli correlati

HDL Nardò, Di Carlo: “Guardiamo avanti, testa a Chieti”

Redazione

Casarano: è iniziata la preparazione agli ordini di mister de Candia

Redazione

Settore giovanile: il programma, sosta per la Primavera 1, Under 16 e 15

Redazione

Lecce: c’è il Martina per ripartire. Giallorossi in campo con CuoreAmico

Redazione

Lecce ecco Diego Farias: “obiettivo doppia cifra”. E Meluso parla di mercato

Redazione

Lucioni: “Si può puntare in alto, ma profilo basso”. E lo “Zio” risponde a Konan

Redazione