Attualità

Festa del Movimento Regione Salento al Malè, 12 anni a difesa del Salento

SANTA CESAREA TERME – Dodici anni di passione, sogni, amore, progetti e battaglie, dodici candeline all’insegna di impegno costante sul territorio che puntualmente si rinforza e rilancia.
Musica, brindisi, facce sorridenti e tanto divertimento sono stati la cornice per una serata dedicata al Movimento Regione Salento guidato dal suo presidente Paolo Pagliaro, consigliere regionale, che si è ritrovato per l’ormai tradizionale appuntamento dell’estate in occasione del compleanno. Il dodicesimo festeggiato nella discoteca regina delle estati salentine, il Malè di Santa Cesarea Terme.
Tra dj in consolle, dolci e calici beneauguranti, i dirigenti, militanti, i sostenitori, gli amministratori e tutti gli amici del MRS si sono ritrovati ancora più numerosi e soprattutto pronti a scendere in campo al fianco del loro, attivissimo, presidente verso nuovi, ambiziosi traguardi.
Lo slogan non cambia. X IL SALENTO, scritto a caratteri cubitali, ormai marchio distintivo di tutte le battaglie così com’è chiaro che il Movimento è la massima rappresentazione del civismo salentino di centrodestra, dell’impegno di chi decide non solo di lottare ma ha delle idee ben chiare per lo sviluppo del territorio, in modo che cresca e produca lavoro e dunque benessere, che altro non è che una visione globale per far decollare il Salento in maniera stabile, in modo che spicchi il volo.

Un movimento in costante movimento come un’onda difficile da arginare.
Amministratori, sindaci, consigliere provinciale, consigliere regionale, dirigenti, militanti ed rappresentanti istituzionali come una grande famiglia che in 12 anni ha visto il Movimento Regione Salento crescere parallelamente ad una organizzazione politica radicata in tutto il territorio, così come voluto dal Consigliere regionale Paolo Pagliaro, che ha colto l’occasione per ripercorrere tutte le tappe più significative di un impegno frutto della passione e dell’animo battagliero che lo contraddistingue.

In primo piano gli ultimi anni passati in trincea a Bari, in Consiglio Regionale, dove conduce quotidianamente le battaglie per la salvaguardia e la valorizzazione della terra salentina.
Tra le immagini e le parole più belle vissute al Malè, c’è la consapevolezza da parte di tutti i militanti che il futuro è ancora tutto da scrivere.

E poi spazio ancora al divertimento, alla musica, ai dolci, e all’immancabile taglio delle torte.
La strada sembra essere tracciata, porta nella direzione della consapevolezza sempre più radicata di voler essere fabbri del proprio destino. Ma c’è un tempo per tutto e ieri sera era il tempo di festeggiare tra luci, colori, ottimismo, tanti dolci, torte e bollicine che hanno accompagnato una serata in cui una grande famiglia si è ritrovata per augurarsi mille di questi giorni.

Articoli correlati

Tutti pazzi per il Black Friday!

Redazione

Processo Tap, udienza rinviata ancora

Redazione

Lecce, Scuola Stomeo Zimbalo: furti e atti vandalici. “Potenzieremo sistema d’allarme”

Redazione

Presunto incarico alla madre di un assessore di Taviano, la maggioranza risponde in consiglio

Redazione

Export salentino in rialzo del 4,7%: gli esperti dialogano con l’imprenditoria locale

Redazione

L’appello al territorio: “Restiamo terra d’accoglienza”

Redazione