Attualità

Stretta di Natale, operatori salentini dell’intrattenimento notturno scrivono a Draghi

LECCE – Stretta di Natale in vista, con la cabina di Regia del prossimo 23 dicembre. L’ipotesi del tampone obbligatorio anche per i vaccinati per la partecipazione ai veglioni di Capodanno preoccupa fortemente gli operatori dell’intrattenimento notturno salentini. Un nutrito gruppo di loro nelle scorse ore ha preso carta e penna, indirizzando una lettera direttamente al Presidente Draghi.

“Noi operatori, dopo mesi di stop – si legge – abbiamo accettato le condizioni dettate per la riapertura, riorganizzando tutto il nostro lavoro. Dal 23 dicembre sarà molto difficile per noi rimodulare gli eventi natalizi o prevedere l’impatto sulla clientela (vaccinata) di questa ulteriore ennesima restrizione, ossia quella di aggiungere al super green pass anche il tampone, pur di prendere parte ad una festa. Sarebbe una scelta incoerente, rispetto alla promessa della campagna vaccinale e del suo successo, oltre che dannosa per un settore che diventa nuovamente capro espiatorio o scudo di responsabilità politiche, ma che chiede soltanto di poter continuare ad esistere, nel pieno rispetto della tutela della pubblica salute”.

Articoli correlati

Fermo pesca ricci di mare, Luigi Puretti: “Dopo appena un anno, fondali ripopolati”

Isabel Tramacere

“Diamo colore al nostro futuro”, il progetto del Soroptimist Lecce per le donne detenute

Redazione

Agricoltori in ginocchio: abbattuti ulivi, serre e colture

Redazione

A Unisalento 20 studenti da tutto il mondo

Redazione

Infiltrazione jihadista, il report: la Puglia tra le regioni meno a rischio

Redazione

Depotenziati i voli Brindisi-Roma, Rotundo e Patti: “Giusto appello CGIL, urgente mobilitarsi”

Redazione